Task force analisi Covid-19: da dove arrivano i dati di ricerca?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 12:56:49 17-04-2020

Un gruppo di analisi è stato istituito dal Governo per analizzare e valutare l’impatto che l’emergenza nata a causa del Coronavirus sta avendo in Italia e sulla sua economia.

Per adempiere a questo compito è necessaria una grande mole di dati, non solo ufficiali e provenienti da fonti mediche, ma anche dai canali social, tramite notizie postate e condivise da più o meno esperti, e dal modo in cui milioni di utenti reagiscono.

Quindi via all’analisi di dati provenienti da Facebook su dispositivi mobile, dalle parole chiave digitate su Google e perfino dalle conversazioni con i bot automatici che regioni come la Lombardia stanno adottando per rispondere ai milioni di utenti che ogni giorno chiedono informazioni.

In questo periodo è importante analizzare non solo l’impatto sull’economia di quanto stiamo attraversando, ma perfino sulla sfera sociale, soprattutto in un’epoca dove basta un telefono con connessione a internet per divulgare in maniera virale, è proprio il caso di dirlo, qualsiasi tipo d’informazioni, anche se queste non sono verificate.

Dati provenienti dalla Protezione Civile, forniti ogni giorno e gratuitamente, incrociati con altre informazioni ricavate dall’analisi delle fonti sopracitate, servono a dare un’idea di quale sia la curva verso la quale l’epidemia si sta muovendo, per poter giocare d’anticipo e pianificare al meglio la fase due, ossia quella che prevede la lenta ripresa dal Covid-19.

Le persone fisiche sono monitorate in questa analisi?

Soprattutto sui social si parla di Contact Tracing in due modi diversi: il primo, quello meno complottistico, prevede il tracciamento delle persone infette e dei loro contatti per cercare di arginare il più possibile il contagio, scongiurando nuovi casi in una fase delicata come questa.

Tuttavia, c’è anche chi grida al complotto, dicendo che queste analisi servono per tenere sotto controllo le fughe di notizie e censurare il pensiero di possibili liberi pensatori e informatori, su quella che, a detta loro, sarebbe la verità sull’emergenza Coronavirus.

In realtà, queste analisi non servono per nessuno dei due casi. Tuttavia, mentre per il secondo caso non c’è alcuna soluzione presa in merito, per il primo, presto potrebbe essere distribuita un’app per tenere sotto controllo i contatti dei soggetti affetti dal Sars-Cov-2 e i loro spostamenti.

Ovviamente si è già discusso di privacy e l’unità di ricerca tratta solo dati anonimizzati e aggregati, cioè non provenienti dal singolo, che tracciano direttrici di movimento e spostamenti all’interno di città o tra regioni, per decidere le prossime mosse per la graduale riapertura e riavvio del sistema socio-economico in Italia.

Task force analisi Covid-19: da dove arrivano i dati di ricerca?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: L'analisi consente di monitorare i sintomi a livello provinciale. , La privacy è tutelata e non è un sistema di censura verso singoli.

Giudizio negativo Svantaggi: Sistema mai testato, i dati potrebbero essere viziati.

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: analisi contagi coronavirus dati mondo

Categoria: Salute

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Task force analisi Covid-19: da dove arrivano i dati di ricerca?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento