Stelle di Natale sono tossiche per le persone?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 15:31:47 18-12-2010

Quando arriva il Natale è impossibile non resistere alla tentazione di acquistare una stella di Natale, anche perchè di sicuro almeno una la avremo in dono. Questa magnifica pianta proveniente dal Centro America, e in particolare dal Messico, viene chiamata comunemente in Italia col nome di Stella di Natale, ma in realtà il suo nome scientifico è Euphorbia Pulcherrima, e in ambiente selvaggio può raggiungere anche i quattro metri di altezza.
La sua particolarità sta nella colorazione delle sue brattee, ossia le foglie che da verdi diventano di un rosso intenso man mano che ci si avvicina al fiore vero e proprio: si, perchè forse molti non sanno, che il vero fiore è in realtà quello piccolo e giallo contronato delle brattee, ossia il ciazio.
Ormai da anni la stella di Natale rappresenta il fiore classico per eccellenza del periodo, anche perchè è nei mesi freddi che si ha il massimo della fioritura, poichè, essendo una pianta cosiddetta fotoperiodica, ha bisogno, per una crescita rigogliosa, di lunghe ore di buio.
Molte sono le voci contrapposte circa la tossicità o meno di questa pianta, che seppur splendida e particolarmente natalizia, può riservare delle brutte sorprese a chi la “maltratta”: infatti se fusto e foglie vengono recisi o strappati, la pianta secerne un liquido lattiginoso bianco contenente triterpene, una sostanza tossica che può causare, soprattutto nei soggetti più delicati, prurito, bruciore, eritema della pelle e simili. Se poi tale sostanza viene ingerita, i rischi di sintomatologie come diarrea, vomito e addirittura perdita di coscienza possono essere dietro l’angolo. Naturalmente ciò vale anche per gli animali (soprattutto per i gatti che sono super curiosi) anche se nel loro caso la situazione può essere decisamente più grave, avendo questi un sistema immunitario diverso dal nostro.
Sicuramente è da evidenziare anche l’altra campana che parte niente di meno che dall’autorevole British Medical Journal, che nel 2008 ha riportato il caso di studio effettuato dall’ Associazione americana dei centri antiveleni, che ha analizzato ben oltre 800 casi clinici di esposizione e/o ingestione della pianta decorativa , compresi 92 bambini che avevano ingerito una certa quantità di foglie. Il risultato è stato che non esistono pericoli per la salute, se non in soggetti allergici o particolarmnete predisposti. Insomma un mito da sfatare che la Stella di Natale sia una pianta tossica.
Ad ogni modo il business che gira intorno alla pianta è di gran lunga superiore alla paura della tossicità, vuoi anche per i prezzi abbordabili, infatti si passa da 2-3 euro per una piccolina con un solo fusto, fino a 25-30 per quelle più grandi e rigogliose.
Anche io, come ogni anno, mi regalerò la mia cara Euphorbia però preferisco sempre tenerla su di un mobile alto, onde evitare spiacevoli problematiche: immagini un gratta gratta collettivo al cenone di Natale?

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Stelle di Natale sono tossiche per le persone?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento