Come smaltire i contenitori di polistirolo?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 14:27:42 10-12-2010

Quando si deve fare la separazione dei rifiuti domestici si può avere dei dubbi su come debbano essere smaltiti i contenitori in polistirolo, che sempre più spesso troviamo nelle nostra case perché vengono usati per gli alimenti o come imballi per altri prodotti.

Il polistirolo espanso sinterizzato (EPS) si produce usando un derivato del petrolio, lo stirene, che viene combinato con carbonio, idrogeno ed aria al 98% in un processo di polimerazione che forma una struttura a celle chiuse che lo caratterizza.

Il polistirolo è considerato un ottimo isolante e per questo motivo viene largamente utilizzato per preservare i cibi o i prodotti farmaceutici dal caldo e dal freddo fino al momento in cui vengono acquistati dal consumatore finale.
I contenitori in polistirolo possono essere riutilizzati più volte dopo un lavaggio ad alte temperature ed essere stati disinfettati con prodotti specifici e quindi possono essere riciclati facilmente.
Esistono anche contenitori di polistirolo accoppiato (pps+ps) ottenuto unendo il polistirolo espanso con prodotti termoformati per realizzare coperture isolanti o rivestimenti di oggetti.

Gli scarti di polistirolo espanso nell’industria vengono riciclati completamente ed usati per la produzione di nuovi imballi o per fare prodotti dell’edilizia, come isolanti proprio per le sue caratteristiche termiche, per alleggerire il calcestruzzo o per ricavare materiale drenante da usare nell’agricoltura. Risulta più difficile questa pratica per i contenitori che arrivano nelle nostra abitazioni.
Nelle diverse città la raccolta differenziata viene fatta con metodologie differenti per cui i vari materiali possono essere riciclati oppure finiscono nella raccolta indifferenziata, generalmente il polistirolo deve essere messo nelle campane che raccolgono anche i contenitori in plastica.

Comprando spesso al supermercato settimanalmente devo riciclare diversi contenitori di polistirolo, come vassoi della frutta o per prodotti surgelati, ed il modo migliore è quello di lavarli per togliere ogni eventuale residuo di cibo. Dopo questa operazione posso gettarli nel cassonetto per la raccolta di materiale plastico secondo le indicazioni date dall’azienda che si occupa della raccolta di rifiuti nella mia città.
Quando acquisto degli elettrodomestici, piccoli o grandi, riciclo allo stesso modo gli imballi in polistirolo che vengono usati per proteggerli durante il trasporto.

Trovo che i contenitori in polistirolo siano molto comodi perché siano leggeri e consentano di preservare gli alimenti al meglio e, non contenendo clorofluorocarburi, siano anche sicuri per la salute rispetto ad altri contenitori.
Il loro prezzo è poi abbastanza basso per cui non si ha un ricarico di costo sui prodotti acquistati che si trovano all’interno di questi contenitori.

Lo svantaggio nel loro utilizzo è che capita di trovarsi a casa molti contenitori da smaltire che, essendo voluminosi, occupano abbastanza spazio nel ripostiglio e debbano quasi giornalmente essere portati alla campana della raccolta. Inoltre, la materia prima per la loro realizzazione, il petrolio, di per sé non è molto ecologica e sebbene siano riciclabili auspicherei che venissero utilizzati contenitori fatti con materiale vegetale e biodegradabile.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Come smaltire i contenitori di polistirolo?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento