Come si richiede il codice pin dell’INPS

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 16:45:18 28-11-2013

Per accedere ai servizi telematici dell’Inps è necessario un codice Pin (Personal Identification Number) che si richiede accedendo al sito www.inps.it nella sezione “richiedi e gestisci il tuo pin on line” e cliccando sulla voce “devi richiedere un nuovo pin?”. In tal modo viene inoltrata la richiesta telematica all’Inps che avrà cura di contattare telefonicamente la persona interessata entro 48 ore per avere conferma dei dati inseriti nella schermata.

La prima parte del pin composta da 8 caratteri alfanumerici viene inviata all’indirizzo di posta elettronica o al numero di telefono cellulare, via sms, indicati in fase di inserimento dati. La seconda parte composta da altrettanti 8 caratteri alfanumerici viene inviata a mezzo posta ordinaria all’indirizzo di residenza indicato nell’anagrafica. Tuttavia dal primo marzo 2013 l’assegnazione del pin è stata semplificata e ridimensionata a soli 8 caratteri alfanumerici. Di seguito illustriamo le varie procedure da seguire e i tempi di validità del pin stesso.

Il pin completo ha una durata massima di 90 giorni, pertanto provvisorio, scaduti i quali è necessario riaccedere al sito dell’Inps per inoltrare la richiesta di modifica ai fini della sicurezza telematica. Al primo accesso il pin verrà convertito in soli 8 caratteri, sempre alfanumerici, associati al proprio codice fiscale. Se tale procedura viene effettuata dopo i 90 giorni della validità del primo codice pin il sistema stesso segnalerà la scadenza e bisognerà effettuare la variazione. Ottenuto pertanto il primo pin è necessario convertirlo in pin “dispositivo” inviando un modulo tramite il sito on line dell’Inps con allegata la scansione di un documento di riconoscimento in corso di validità fronte/retro: la stessa richiesta può essere inoltrata sia recandosi presso l’Inps di riferimento oppure a mezzo fax.

Trasformare il normale pin in “pin dispositivo” è obbligatorio per inoltrare le richieste on line all’Istituto previdenziale, anche se non è necessario per tutti i servizi on line del sito. E’ importante ricordare che ogni volta che si riceve il pin o viene modificato deve essere conservato.

Nei casi in cui il pin sia stato smarrito c’è la possibilità di recuperarlo attraverso la stessa schermata di cui sopra nella sezione “Hai smarrito il tuo pin?”-Ripristina pin” fornendo almeno due tra i dati inseriti nell’anagrafica (a scelta tra codice fiscale, mail Pec, cellulare). Per gli utenti che hanno invece attivato il pin prima della semplificazione della procedura avvenuta nel marzo 2013 possono tranquillamente utilizzarlo fino alla prima modifica periodica, allorquando gli utenti stessi verranno guidati on line per ottenere il pin semplificato di 8 caratteri alfanumerici.

Il pin dispositivo è obbligatorio per inoltrare richieste di prestazione Inps on line e altre pratiche che elencheremo più avanti: ricordiamo che senza l’ottenimento del pin dispositivo le pratiche già inoltrate rischiano di rimanere bloccate. Il pin dispositivo si differenza infatti dal pin semplice perchè serve a inoltrare richiesta di prestazioni, come per esempio quella della pensione. Le richieste inviate con il pin dispositivo verranno quindi prese in carico e protocollate.

Ricordiamo che la procedura di richiesta del pin, oltre al mezzo telematico, può essere inoltrata anche recandosi pressi le sedi Inps territoriali della propria città di residenza esibendo un documento di riconoscimento in corso di validità, oppure inviando a mezzo fax al numero 800 803 164 il modulo precompilato reperibile sempre sul sito dell’Inps e allegando anche qui la copia di un documento di identità in corso di validità. Le richieste del pin inviate tramite il sito dell’Istituto previdenziale e tramite fax verranno elaborate dal contact center e nel caso la documentazione inviata risulti incompleta o illeggibile la richiesta verrà annullata e l’utente ne sarà informato a mezzo mail.

Grazie all’ottenimento del pin si possono verificare documenti come l’estratto conto contributivo Inps, l’accesso ai servizi di Equitalia, l’ISEE, il CUD previdenziale ecc, mentre con il pin dispositivo si possono inoltrare le domande on line come già detto per la richiesta di pensione, o per dell’indennità di disoccupazione ordinaria o a requisiti ridotti, e molti altri servizi utili per evitare le attese agli sportelli e farlo comodamente da casa.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Come si richiede il codice pin dell’INPS
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Come si richiede il codice pin dell’INPS? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento