Come si pulisce l’argento con prodotti naturali

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 17:04:01 02-12-2013

L’argento è uno degli elementi chimici più spesso utilizzati in gioielleria, ma anche posate, ed altri articoli di argenteria; particolarmente apprezzato per la sua lucentezza è facilmente esposto all’ossidazione, creando opacità e aloni scuri. Spesso si utilizzano l’ammoniaca, alcool e detergenti aggressivi, rovinando però l’argento; ecco quindi alcuni rimedi naturali, con prodotti facilmente reperibili in tutte le case:

1. Pastella a base di amido di granturco: realizzate una sorta di impasto con acqua e farina di grano; aiutandovi con un panno umido, applicate il composto ottenuto sul vostro pezzo d’argento e lasciate asciugare per un 2-3 minuti; ripulite dopo con un panno morbido;

2. Foglio di alluminio: rivestite l’interno della vostra teglia con della comune carta stagnola e riempitela con acqua fredda e 2 cucchiaini di sale e qualche goccia di sapone liquido. Riponete ora la vostra argenteria all’interno per due o tre minuti, dopodiché risciacquate e asciugate con un panno morbido;

3. Bicarbonato ed acqua: con questi due prodotti realizzate sempre una pastella (aggiungendo a mano a mano piccole quantità di acqua a due cucchiai pieni di bicarbonato) e, servendovi una morbida spugnetta (o con un panno di cotone), strofinatela delicatamente in corrispondenza degli aloni e delle macchie; dopodiché risciacquate ed asciugate con attenzione;

4. Limone: ponete l’argenteria da pulire all’interno di un contenitore e versate il succo di un limone su di essa insieme a due cucchiaini rasi di bicarbonato, sempre con l’aiuto di un morbido straccetto di cotone, strofinate facendo attenzione a non essere troppo aggressivi. Versate il succo di un altro limone con altri due cucchiaini di bicarbonato ed infine asciugate con attenzione (se non asciugate per bene, l’umidità può facilitare nuovamente l’ossidazione);

5. Dentifricio: i migliori da utilizzare sono quelli a pasta bianca (ossia al fluoro), applicandone una piccola quantità sulle dita e strofinando pian piano la superficie d’argento per circa tre-quattro minuti (se il dentifricio si secca è sufficiente inumidire con poche gocce d’acqua le dita per poi proseguire a strofinare fino a quando il dentifricio avrà assunto un colore grigiastro; sciacquate ora accuratamente con acqua tiepida ed asciugate, facendo sempre attenzione anche ai piccoli angoli, utilizzando un panno morbido, ma non di lana, in quanto anche questo tessuto, esattamente come l’acqua, favorisce l’ossidazione, rischiando di rovinare nuovamente la vostra argenteria;

6. Aceto: lasciate l’argento per 3 ore in una miscela costituita da mezza tazza di aceto bianco e due cucchiaini rasi di bicarbonato. Trascorso il tempo necessario sciacquate con acqua fredda ed asciugate sempre con attenzione.

Come si pulisce l’argento con prodotti naturali
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Come si pulisce l’argento con prodotti naturali? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento