Come si gioca a Briscola?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 8:54:08 11-07-2012

La briscola è uno dei giochi di carte più amati in Italia. Le sue origini risalgono al XVI secolo. Si tratta di un gioco nato in Olanda ed arrivato nel Belpaese grazie all’intermediazione dei francesi. Nel corso dei secoli le sue regole hanno subito diverse modifiche, tanto che della briscola originale rimane ormai poco e la versione attualmente conosciuta e giocata può dunque definirsi di “produzione” italiana.

La briscola si gioca con un mazzo di carte regionali da 40, che vanno dall’asso al re. Scopo del gioco è ottenere il punteggio più alto rispetto all’altro giocatore o squadra. Le varianti più semplici comprendono 2 o 4 giocatori, ma esiste anche una versione, più articolata, in 5. Il punteggio massimo che può essere raggiunto ad ogni partita è di 120 punti, quindi vince la mano chi raggiunge o supera i 61 punti. Con 60 punti per squadra/giocatore, la partita finisce in parità.

Il mazziere distribuisce ad ogni giocatore 3 carte e ne scopre 1, sulla quale poggia, coprendola solo in parte, le restanti carte del mazzo. La carta “svelata” rappresenta il seme della briscola – da qui il nome del gioco – ed è l’ultima ad essere pescata.
Lo svolgimento del gioco avviene in senso antiorario. Ogni giocatore ha la facoltà di scegliere, tra le tre carte disponibili, quella ritenuta più idonea alla giocata, e quindi che dovrebbe comportare l’aggiudicazione di un maggior numero di punti.

Le regole da seguire in tal senso sono abbastanza semplici. Comanda il primo giocatore, quello di mano, che determina il cosiddetto seme dominante. Il giocatore successivo, per aggiudicarsi la giocata, deve controbattere con una carta dello stesso seme, ma di maggior valore, oppure con una carta appartenente al seme della briscola. In quest’ultimo caso, anche se il suo valore è inferiore all’altro seme (quello dominante), è comunque vincente.
Quando il giro viene ultimato, il giocatore che ha giocato la carta più alta, la briscola, o la briscola più alta (nel caso di più briscole giocato nello stesso giro), si aggiudica la mano.
Se nessuno è riuscito a superare il primo giocatore sarà lui ad aggiudicarsi la mano.

Il seme dominante, come è facile intuire, varia di volta in volta e può anche coincidere con la briscola. Il giocatore che si aggiudica la mano raccoglie le carte dal tavolo e le mette da parte. Si procede allo stesso modo sino all’ultima pescata. Dopo di che i giocatori proseguiranno con le tre carte che hanno in mano fino al loro esaurimento.

Il valore delle carte segue il seguente ordine 2, 3, 4, 5, 6, 7 (detti lisci, non hanno alcun valore), donna, fante, re (figure, valgono rispettivamente 2, 3 e 4 punti), 3 ed asso (detti carichi, valgono rispettivamente 10 e 11 punti).
L’ultima fase della partita è la più delicata. Bisogna stare attenti a non trovarsi incartati, cioè a ritrovarsi con troppi carichi nelle mani da non poter sfruttare adeguatamente.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Come si gioca a Briscola?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: divertente , le regole sono semplici

Giudizio negativo Svantaggi: nessuno

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: gioco da tavolo gioco di carte

Categoria: Giochi e passatempi

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Come si gioca a Briscola?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento