Come si formano i buchi neri?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 15:26:17 21-03-2011

Come si forma un buco nero? Nel nucleo di una stella, quasi verso la fine del ciclo vitale, dopo che il 10 % dell’idrogeno è stato consumato e trasformato in elio attraverso la fusione nucleare, le reazioni nucleari si fermano. Ora prevale la forza gravitazionale, che in precedenza era in equilibrio rispetto alla pressione originata dalle reazioni di fusione nucleare, e tale forza va a comprimere la massa della stella, verso il centro. Nel momento in cui la densità diviene abbastanza alta, prende il via la fusione nucleare dell’elio. Quindi avviene la produzione di litio, azoto, ossigeno e silicio. In questo momento, si verifica l’espansione della stella, cui segue una forte contrazione. Espansioni e contrazioni si alternano con violenza: durante questi processi, la stella perde parte della propria massa. I corpi celesti più piccoli a un certo punto della catena si arrestano e si spengono: si verifica una lenta contrazione, associata a un processo di raffreddamento. La stella diventa una nana bianca, e nel giro di diversi milioni di anni si trasforma in un pianeta. Nel caso in cui, invece, la stella sia più grande, e in particolare abbia una massa che supera le tre masse solari, la forza gravitazionale non può essere contrastata da nulla. La pressione interna, inoltre, non contrasta il campo gravitazionale, poiché non viene esercitata verso l’esterno, ma diviene a sua volta una sorgente del campo stesso, e così ha luogo il collasso infinito. La stella morente diventa, in questo modo, un buco nero. La sua densità in breve tempo arriva a valori tali che danno origine a un campo gravitazionale la cui intensità attrae tutto, compresa la luce. Nello spaziotempo avviene una curvatura infinita, dalla quale possono nascere cunicoli. Proprio questo processo ha fatto ipotizzare ad alcuni scienziati che almeno teoricamente sia possibile viaggiare nel tempo, considerando che due regioni differenti dello spaziotempo sono collegate dai cunicoli. In virtù delle loro peculiarità, è impossibile vedere direttamente i buchi neri. La loro presenza, dunque, può essere solo ipotizzata in conseguenza dell’attrazione gravitazionale esercitata verso la materia vicina. Un buco nero, comunque, può formarsi anche in un altro modo. Entrando nello specifico, una stella di neutroni può rubare massa a un’altra stella di neutroni, all’interno di un sistema binario, andando così a oltrepassare la massa di Chandrasekhar. Essa, quindi collassa. Si ritiene, inoltre, che questo processo di formazione di buchi neri avvenga più frequentemente rispetto a quello diretto. Infine, un’altra ipotesi, che comunque è solo teorica e non è stata provata in concreto, è che una quantità piccola di materia collassi se compressa da una forza esterna enorme. In questo modo si genera un orizzonte degli eventi minimo. E’ quello che potrebbe essere accaduto miliardi di anni fa, nel momento in cui si è originato l’universo – o forse sarebbe meglio dire il nostro universo – ma come detto non esistono indizi che diano la sicurezza che buchi neri nati in questo modo siano esistiti o esistano tuttora.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Come si formano i buchi neri?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: sono masse concentrate di materia cosi concentrate che il punto di gravita genera un campo gravitazionale , i buchi neri si formano al centro della maggior parte delle galassie

Giudizio negativo Svantaggi: Di difficile comprensione se non si hanno basi adeguate

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: buchi neri galassia universo

Categoria: Ambiente

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Come si formano i buchi neri?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento