Come scrivere un eccellente recensione di un videogioco?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 18:19:23 28-12-2010

Scrivere per una rivista di videogiochi è un mestiere ambito: il gioco è comunemente considerato l’esatto contrario della fatica, e non c’è soddisfazione più grande del giocare per lavoro.
Ma cosa significa scrivere la recensione di un videogioco? C’è una parola da affrontare prima delle altre. È “perché”.

Perché qualcuno dovrebbe volervi leggere? Il tipico acquirente di riviste videoludiche è un giocatore. Il giocatore, per definizione, non legge: gioca. Se passa il tempo con in mano un giornale piuttosto che un joystick, è perché spera di trovarci quell’informazione che lo spingerà a comprare o ignorare l’ultima fatica della sua software house preferita. Raramente lo guiderà il voto assegnato al termine della recensione. Una pagella fatta di numeri difficilmente passa per una critica adeguata, e il lettore non è a caccia di equazioni: vuole sapere cosa vi ha colpito di un prodotto prima di sborsare soldi per comprarlo. Potete rispondergli solo in un modo: afferratelo, ficcatelo nel pc (o console) e studiatelo.

Sedete davanti al monitor con le mani attorno al joypad o sulla tastiera, taccuino e penna a portata di mano. Giocate. Il primo passo per giudicare un oggetto è usarlo: se è un auto ci fate un giro, se è una lavastoviglie ci fate i piatti. Il videogioco è fatto per divertire; se l’approccio che usate è esterno, tutto ciò che otterrete è un’esterna analisi tecnica. Vi servirà anche quella, ma prima è fondamentale immergersi nell’esperienza. Se in mezz’ora il gioco inizierà ad annoiarvi, dopo saprete dove cercare: le parti carenti nella narrazione, l’eccessiva difficoltà, le meccaniche di gioco ripetitive. Riportate le sensazioni sul taccuino quando per un motivo o un altro mettete in pausa. Se uno sfarfallio grafico vicino agli specchi d’acqua o semplicemente una trovata particolarmente piacevole catturano la vostra attenzione, scribacchiatele rapidamente e poi tornate a giocare.

Avete finito il gioco: è ora di rimboccarsi le maniche. Prendete i dati che avete raccolto sulle vostre impressioni – non staccavate gli occhi dal monitor, era arduo immedesimarvi nel protagonista, non sapete se ci rigiochereste – e spiegatele. Capite perché le avete provate (“perché mi sentivo così libero? Ma certo: l’ambientazione di gioco era sconfinata, potevo dirigermi dove volevo”) e ditelo al lettore.
Gli elementi come l’aspetto visivo, quello sonoro, i livelli, l’interfaccia, la complessità e la durata vanno esaminati nel loro contesto. La grafica magari non era il massimo, ok. Ma ha importanza? Si tratta di un tipo di gioco che fa grosso affidamento sugli effetti speciali per riuscire? (Se è un gioco di azione probabilmente sì; se è uno strategico, forse no.)
Ogni gioco è un’isola, ma se volete potete fare delle ricerche sul making-of e sulla software house, capire che cosa cercavano di creare i programmatori e riferire al lettore se ci sono riusciti.

Un’ultima cosa: siate onesti. Se credete fermamente qualcosa, dovete dirlo. Se credete che il gioco punti più sul marchio che sulla qualità per sfondare, sputate il rospo; i vostri lettori pagano per sapere cosa pensate, non perché siate sorridenti e omertosi. Buona fortuna.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Come scrivere un eccellente recensione di un videogioco?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento