Sconti su luce e gas: a chi spettano e come si richiedono

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 10:44:15 14-04-2017

Le bollette di luce e gas rappresentano una delle principali voci di spesa all’interno di un bilancio familiare.
Tuttavia è possibile usufruire di sconti che esistono già da tempo, ma che non vengono pubblicizzati abbastanza.
Parliamo infatti dei cosiddetti bonus luce e gas.

Secondo i dati forniti dagli istituti demoscopici in Italia c’è un bacino potenziale di oltre 2 milioni di persone che potrebbe beneficiarne, tuttavia non tutti gli interessati ne sono a conoscenza e dunque non ne beneficiano.
Tali sconti sono previsti, nello specifico, per le persone e le famiglie che soffrono un disagio economico, o per quelle famiglie in cui sia presente un componente che vive grazie all’aiuto di apparecchiature elettromedicali domestiche.
Entrando ancor più nello specifico il bonus si applica alle famiglie con meno di 4 figli a carico, il cui indicatore di reddito Isee è minore di 8.107,5 euro, e alle famiglie con almeno 4 figli a carico con la soglia Isee stabilita entro i 20 mila euro di reddito Isee.
Infine per chi deve convivere con gravi problemi di salute, connessi all’uso delle apparecchiature elettromedicali necessarie per mantenere funzioni vitali, il bonus si applica indipendentemente dal reddito.
Per chi usufruisce del bonus luce o gas, la riduzione della spesa, al netto delle tasse, risulta essere in media del 30%.

Il bonus non è automatico, esso deve essere richiesto attraverso un’apposita istanza di sconto che va presentata presso il proprio comune di residenza oppure presso un Caf abilitato: a corredo dell’istanza bisogna inoltre presentare un documento di identità in corso di validità, il modello di richiesta base compilato in ogni sua parte, una certificazione del reddito Isee in corso di validità, uno stato di famiglia da cui si possano evincere i componenti del nucleo familiare.

Chi invece convive con problemi di salute deve presentare un certificato medico attestante le gravi condizioni di salute del richiedente e la necessità dello stesso di utilizzare dispositivi elettromedicali per il supporto vitale.
La riduzione delle bollette avviene a quel punto in modo automatico, proporzionalmente ai consumi, ed è inserita già nella bolletta stessa.
Lo sconto vale per 12 mesi, trascorsi i quali è necessario presentare nuovamente la richiesta dimostrando che le proprie condizioni, economiche o di salute, non abbiano subito variazioni.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Sconti su luce e gas: a chi spettano e come si richiedono
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Risparmio sulle bollette luce e gas , Contenimento della spesa familiare

Giudizio negativo Svantaggi: La pratica non è automatica, deve essere richiesta

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: bolletta gas bolletta luce bonus luce e gas Isee

Categoria: Affari e finanza

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Sconti su luce e gas: a chi spettano e come si richiedono? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento