Come sconfiggere gli afidi delle piante

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 10:13:00 07-05-2015

Se le vostre piante presentano foglie ingiallite e strane protuberanze localizzate, create da concentrazioni di insetti su gambi e steli, ma soprattutto su germogli e boccioli, nei casi delle specie da fiore, sono sicuramente gli effetti infestanti degli afidi, detti comunemente pidocchi delle piante.

Questi parassiti fanno parte del sottordine degli omotteri, organismi di piccole dimensioni, alati o atteri (senza ali), caratterizzati da un apparato boccale per pungere e succhiare la linfa; inoltre le femmine ovipare degli afidi, sono dotate di un’elevata capacità di riproduzione.

Gli effetti, diretti e indiretti, degli attacchi di questi insetti sono sempre dannosi, in quanto oltre a causare l’ingiallimento delle foglie, facendole appassire e poi cadere, tolgono la capacità alla pianta di svolgere la fotosintesi.
Gravi anche i danni provocati dalla loro saliva, in grado di originare deformazioni e veri e propri tumori, così come quelli dei virus trasmessi all’interno del tessuto vegetale.

Gli afidi, nutrendosi dunque di piante infette, attaccano malattie a quelle sane.
Inoltre i composti tossici messi in circolazione da questi insetti, quando vengono assorbiti, generano una riproduzione eccessiva delle cellule vegetali, con la conseguente formazione di escrescenze, mentre la melata, la sostanza zuccherina secreta dagli afidi, oltre a richiamare le formiche, favorisce la formazione di funghi e fumaggini.

Gambi, fusti e fogliame appariranno sempre più deboli e la pianta, se non disinfestata morirà.
In natura, fortunatamente, avviene il primo rimedio alle infestazioni dei parassiti delle piante, grazie agli insetti che si nutrono degli afidi, come le Coccinelle e ad alcune specie di uccelli, ovvero rondini, cince e capinere.

Ma come possiamo guarire le piante da tali infestazioni?
Sconfiggere gli afidi è possibile grazie agli insetticidi e ai prodotti a base di Piretrine che però hanno un inconveniente: uccidono anche tanti insetti utili. Ecco perché promuoviamo metodi alternativi, come ad esempio quello delle mosche del gruppo dei Sirfidi.

Le loro larve infatti si nutrono di afidi, mentre in età adulta si cibano di nettare: perciò, per attirarle, l’espediente più efficace è quello di piantare quei fiori dei quali sono ghiotte. Possiamo proteggere le nostre piante mettendo in giardino, o sul nostro terrazzo, ad esempio ruta, timo, calendula, achillea e le specie composite: è questa la strategia naturale, oltre che efficace, per combattere le infestazioni da afidi, così come negli orti, finocchi e sambuco.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Come sconfiggere gli afidi delle piante
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Proteggere naturalmente le piante dagli attacchi degli afidi. , Sconfiggere le infestazioni dei parassiti con le larve delle mosche Sirfidi.

Giudizio negativo Svantaggi: Ricorrere ai parassitoidi potrebbe danneggiare il nostro giardino.

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: afidi cura piante

Categoria: Ambiente

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Come sconfiggere gli afidi delle piante? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento