Sciopero dallo sciopero

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 9:12:25 28-07-2011

L’attesa risposta alla manovra finanziaria del governo, programmata dal coordinamento nazionale unitario di FAIB e FEGICA riguardante lo sciopero dei benzinai non si realizzerà. Lo sciopero programmato inizialmente per il 27 ed il 28 luglio 2011 e successivamente anticipato ai giorni 25 e 26 è stato irrevocabilmente sospeso. Gli automobilisti dunque potranno dunque tirare un sospiro di sollievo non dovendo fare i conti col disagio relativo al rifornimento del carburante per quanto riguarda questo periodo dell’anno. I principali motivi per cui questo sciopero è stato annullato vanno ricercati, oltre che nello spiccato senso etico degli impiegati e delle aziende nel settore dei trasporti, nella cosiddetta “franchigia estiva”, ovvero nel bisogno di garantire determinati servizi ai consumatori in determinati periodi dell’anno. Importanti sono le ragioni per cui questo sciopero è stato annullato, ma ancora più importanti sono i motivi per cui si è pensato a tale risposta da parte delle associazioni promotrici dell’iniziativa. Le origini del malcontento generale risalgono alla recente manovra finanziaria approvata dal governo poche settimane fa e la conseguente impennata di tasse che ha coinvolto anche il settore dei rifornimenti portando il prezzo della benzina verde a 1,63 euro al litro e comportando inoltre un’aumento di circa 22 centesimi al litro per ciò che concerne il gasolio. Ad ogni modo l’aumento del costo della benzina non è l’unico motivo che ha indotto lo sciopero: uno dei punti focali dell’intera faccenda è rappresentato dalle cosiddette “accise dimenticate” che comportano una spesa pubblica di circa 2 miliardi di euro l’anno e non vengono neanche minimamente reinvestite nel settore dei trasporti sia che si tratti di merci, sia che si tratti di persone. FAIB e FEGICA chiedono formalmente che tali imposte vengano diminuite sensibilmente o quantomeno reinvestite correttamente. Un’altra motivazione dello sciopero riguarda l’obbligo, per ogni rifornitore, di munirsi del sistema self-service di erogazione di carburante; per ogni pompa di benzina dovrà dunque esserci un distributore automatico che garantisca la fornitura di carburante ai veicoli 24 ore su 24. Questo non è ancora tutto, pare che , come nuove disposizioni governative comandano, molte stazioni di rifornimento dovranno adeguarsi o trasferirsi dato che tali stazioni non devono sorgere in una zona a traffico limitato o in prossimità di un accesso stradale rilevante. In definitiva lo sciopero è stato annullato e rinviato a data da destinarsi, ma le motivazioni che lo hanno indotto sono di natura forte e plausibile al punto di poterci aspettare da un momento all’altro l’annuncio di un nuovo sciopero.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Sciopero dallo sciopero
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Gli automobilisti dunque potranno dunque tirare un sospiro di sollievo non dovendo fare i conti col disagio relativo al rifornimento del carburante , obbligo, per ogni rifornitore, di munirsi del sistema self-service di erogazione di carburante

Giudizio negativo Svantaggi: le motivazioni che lo hanno indotto sono di natura forte e plausibile

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: faib governo sciopero

Categoria: Varie

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Sciopero dallo sciopero? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento