Come scegliere il tappeto?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 10:25:00 02-11-2011

Inserire un tappeto nel contesto del proprio arredamento può sembrare un operazione banale ma è invece una scelta che comporta qualche riflessione. Si può infatti correre il rischio di comprare un oggetto solo per l’impatto visivo che ci da in negozio, senza considerarne poi l’effettivo adattamento che può avere nella nostra casa. Il tappeto potrebbe sembrarci bellissimo in negozio, salvo poi rivalutarlo nel contesto dell’appartamento e rilevarne uno stile in contrasto con il resto dell’arredamento.
Il tappeto può essere considerato a tutti gli effetti un pezzo importante dell’arredamento di una casa o di un ufficio e svolge una funzione riempitiva alla quale bisogna prestare estrema attenzione; il tappeto può infatti sia riempire uno spazio vuoto e dare meno freddezza al pavimento, sia appesantire l’ambiente, riducendo otticamente lo spazio e risultando ingombrante.
Per comprare un tappeto, bisogna prestare attenzione alla qualità ed informarsi sulle diverse qualità di tappeti e relativi prezzi.
Esistono negozi di tappeti persiano, indiani, caucasici, molte volte dal costo elevato, veri e propri pezzi di antiquariato e negozi moderni che commerciano tappeti a prezzi contenuti.
Acquistare un tappeto, significa conoscere bene l’ambiente in cui lo si collocherà, lo spazio a disposizione, lo stile dei mobili ed il colore delle pareti, per non creare sgradevoli contrasti.
Molto importante sarà la scelta del colore; per ambienti poco illuminati è sconsigliabile scegliere tappeti dalle tonalità chiare e viceversa per i locali luminosi sarà consigliabile smorzare il chiarore con un tappeto dalle tinte scure, che richiamerà subito lo sguardo dell’ospite diventando elemento accentratore della stanza.
Un discorso va fatto anche sugli stili di arredamento. Banale e scontato mettere un bel persiano in una villa del cinquecento, arredata con pregiati pezzi di antiquariato, eclettico ed innovativo invece il mettere un tappeto del genere in un contesto moderno, creando uno stacco tra epoche che andrà ad impreziosire l’arredamento.
I tappeti antichi inoltre possono risultare un bell’investimento, tendendo a mantenere un certo valore di mercato ed essendo trattati,dalle case d’asta, alla stregua dei mobili di antiquariato.
E’ importante farsi aiutare da un esperto del settore che ci aiuti nella scelta del tappeto piu adatto, per non correre il rischio di ritrovarsi in casa, tutti in giorni, un elemento che infastidisca lo sguardo e che non ci soddisfi pienamente.
Talvolta però i tappeti possono essere ospiti sgraditi per chi presenta forme allergiche alla polvere, ma se trattati e disinfettati periodicamente possono fare parte del nostro arredamento esattamente come tutti gli altri tessuti d’arredo, tra cui divani, tende e cuscini.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Come scegliere il tappeto?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: è importante farsi aiutare da un esperto del settore , sono molto belli da vedere

Giudizio negativo Svantaggi: scelta che comporta qualche riflessione

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: arredamento casa tappeto

Categoria: Casa e giardino

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Come scegliere il tappeto?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento