Come scegliere il robot aspirapolvere?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 10:37:17 17-08-2015

Il tempo dedicato alle pulizie di casa può essere ottimizzato con l’aiuto dei robot, in particolar modo per quanto riguarda il pavimento.
E’ stato calcolato infatti che il tempo dedicato alla cura del pavimento, rispetto totale delle pulizie della casa, è pari al 20%.
Un tempo che potrebbe essere quindi dedicato ad altro, soprattutto se si hanno molto impegni o semplicemente si vuole uscire con le amiche o rilassarsi.

Un grande aiuto quindi viene dagli aspirapolvere automatici che più di tutti si rivelano utili per una pulizia approfondita, anche negli angoli più difficili da raggiungere e nelle zone più nascoste, come quelle sotto ai letti, ai divani o ai mobili.
Il costo di un’aspirapolvere automatico piatto parte da circa 150 euro e può anche superare i 1000 euro. Il costro dipende dalle sue funzioni e dal livello di tecnologia che garantisce elevate prestazioni.
Ecco quindi alcuni consigli su come scegliere il modello di aspirapolvere automatico in base alle proprie esigenze e quali sono i vantaggi.
Il modello Robo.com3 RBC090 di Hoover riesce a scegliere il percorso più breve per pulire il pavimento.
In tal modo aumenta in media la durata della batteria ed è uno dei più sottili robot in commercio, con meno di 7 cm di spessore.
E’ quindi facile che possa pulire spazi particolarmente bassi.
Ha la batteria al litio, quindi dura di più perché arriva a 2 ore.

Anche il Folletto VR200 di Vorwerk ha una scheda che memorizza tutti i dati utili per eseguire una pulizia strategica.
Ha anche un telecomando per il controllo a distanza ed è semplice da usare.
L’apirapolvere automatico è un elettrodomestico pratico, leggero e facile da pulire.
Ogni volta che è stato usato basta riporlo per accorgersi che occupa uno spazio esiguo.

Un esempio di aspirapolvere automatico che forse arriva meglio negli angoli è quello con la forma quadrata di LG Hom-Bot Square VR6260LV.
Ha 2 telecamere che gli permettono di calcolare il percorso più breve per velocizzare le operazioni di pulizia.
Uno dei modelli che può essere utile per abbreviare i tempi di ricarica è quello di Ecovacs Deebot CR110 di Imetec, che ha il vantaggio di segnalare la batteria prossima a scaricarsi.
Ha un sistema che gli permette di portarsi automaticamente verso un punto “aperto” per poterlo recuperare e quindi rimettere in carica.
In generale nessuno spazio viene trascurato. Questo elettrodomestico è “intelligente” nel senso che ha dei sensori che gli permettono di calcolare la superficie delle casa, di memorizzarla e di non tornare sulle zone dove è già passato.
Gli stessi sensori evitano che urti contro i mobili e anche che non cada nei vuoti (per esempio i gradini) e si possa danneggiare.
In media la batteria dura circa 60 minuti, mentre nei modelli di alta qualità può arrivare a due ore.
E’ evidente quindi che bisogna ricaricarlo spesso, soprattutto se la vostra casa è molto grande o dovete ripassare più volte su una stessa zona particolarmente sporca.

Come scegliere il robot aspirapolvere?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: La pulizia dei pavimenti è omogenea e profonda. , E' un oggetto molto silenzioso e non da fastidio

Giudizio negativo Svantaggi: L'aspirapolvere ha un'autonomia limitata della batteria.

Giudizio Generale: 0.0

 

Categoria: Casa e giardino

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Come scegliere il robot aspirapolvere?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento