Come salvare cani e gatti randagi?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 10:46:04 11-07-2011

Non tutti hanno sensibilità rispetto agli animali e lo spirito di solidarietà nei loro confronti non è sempre molto spiccato. Chi, però, si sente in qualche modo sensibile alla loro sorte si interessa dei cani e dei gatti randagi e, se ha buona volontà, può adoperarsi per salvarli dalla strada. Va subito detto che non è un’operazione facile perchè non tutti i comuni sono attrezzati con strutture pronte ad accogliere cani e gatti randagi. Anzi, spesso la procedura è piuttosto lunga per chi vorrebbe lasciarli in un canile o in una struttura adeguata. Pochi comuni sono dotati di gattili mentre i canili presenti nel territorio sono per lo più stracolmi di cani e farne entrare di nuovi non è facile.
Nel momento in cui ci si imbatte in un randagio il primo pensiero è quello di assicurarlo presso una struttura adeguata ma anche quello di pensare alla sua salute: chi volesse portare l’animale da un veterinario, soprattutto se visibilmente malato o non in perfetta forma, dovrebbe però accollarsene la spesa a meno che non trovi un veterinario sensibile che possa offrire la propria prestazione in virtù del fatto che si tratta di un randagio.
A volte capita che chi si imbatte in un randagio voglia tenerlo per se e forse è la soluzione migliore, quella che non va ad incidere sulle strutture pubbliche e che garantisce all’animale – se si è imbattuto in una persona sensibile – un trattamento familiare, diverso da quello che si potrebbe invece avere in una struttura.
C’è poi chi cerca di trovare qualcuno disposto ad adottare il randagio nella propria cerchia di amici o parenti ma a volte, quando non c’è nessuno disponibile, la struttura comunale è la destinazione ultima.
Io ho avuto due cani randagi e devo dire che un problema a cui spesso non si pensa, quando se ne prende uno, è quello caratteriale. Si tratta di animali abituati a vivere da soli, per strada, a procurarsi cibo per cui potrebbero avere un carattere poco socievole. Un problema che io ho superato subito perchè i cagnolini erano piccoli ed hanno capito subito di essere amati e di poter contare su qualcuno.
Salvare un cane o un gatto randagio ha il vantaggio di toglierlo dalla vita selvatica, toglierlo dalla strada ma comporta un impegno non indifferente per chi lo salva visto che una volta che lo si adotta è per sempre. Ciò vuol dire che si dovrà garantire all’animale tutte le cure necessarie, siano esse quotidiane che straordinarie e si dovranno coprire i relativi costi.
Se invece lo si porta in una struttura l’impegno finisce lì ma in questo caso c’è il rischio di imbattersi in una struttura già piena che non possa accogliere altri animali e allora ci si vedrebbe costretti a tenerlo o ad adoperarsi per trovargli una sistemazione.
Il costo dell’adozione di un randagio è relativo alle cure mediche e al suo mantenimento oltre che all’acquisto di tutti gli accessori che si vorranno prendere per lui. Il costo di una struttura comunale è nullo per chi porta l’animale. Credo che ci siano anche delle strutture private ma in questo caso chi salva l’animale dalla strada ne deve sopportare le spese.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Salvare un cane o un gatto randagio ha il vantaggio di toglierlo dalla vita selvatica , la spesa che si ha se si prende l'animale in canile o gattile è solo quella del veterinario e nello sfamarlo

Giudizio negativo Svantaggi: non tutti hanno sensibilità rispetto agli animali

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: animali cane randagio gatti

Categoria: Animali da compagnia

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Come salvare cani e gatti randagi?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento