Come risparmiare sull’affitto se sei uno studente fuori sede

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 17:25:59 10-09-2015

Gli studenti universitari che vanno a studiare e vivere in un’altra città, i cosiddetti fuori sede, devono sopportare ogni mese molte spese, tra cui bollette, trasporti, tasse universitarie, libri, materiale di cancelleria ma soprattutto l’affitto.
La città dove l’affitto è più caro è Milano, dove per una stanza singola si spendono di media circa 500 euro mensili, mentre per una doppia la spesa scende a 360 euro. Se però si vive in centro, la spesa è ancora più alta: si possono toccare addirittura 600 euro al mese.
Dopo Milano, seguono Roma, Firenze e Bologna.

Chi sceglie di essere uno studente fuori sede, per risparmiare sull’affitto è consigliabile optare, nel limite del possibile, per una città di minori dimensioni con una stanza in condivisione, privilegiando i quartieri più decentrati rispetto al centro cittadino ma che siano ben collegati con i mezzi pubblici; ovviamente la scelta dell’Università va fatta in base a ciò che si desidera studiare, tenendo conto che non tutti i corsi sono presenti in tutti gli Atenei, iscrivendosi però ad un Ateneo dove l’insegnamento sia di alta qualita
In alternativa alle sistemazioni private, per risparmiare si può optare anche per le case dello studente, dove i canoni d’affitto vanno in base al reddito familiare e si può usufruire anche di borse di studio; oppure si può controllare via internet, in quanto molte famiglie affittano le camere da letto dei figli trasferiti sempre per studio o per lavoro, a prezzi concorrenziali rispetto a quelli che si trovano mediamente sul mercato.

Oltre alla spesa dell’affitto, chi vive in appartamenti e camere private deve contare anche le spese riguardanti le bollette del telefono, luce, gas ed acqua. Qui la miglior soluzione è condividere la propria sistemazione con altri inquilini. Ovviamente, la scelta della persona con cui condividere l’alloggio deve essere ponderata, cioè oltre ad andarci d’accordo, il coinquilino dovrà corrispondere al titolare dell’affitto la sua quota di spesa riguardante l’affitto e le bollette.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Come risparmiare sull’affitto se sei uno studente fuori sede
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Privilegiare zone di periferia servite da bus. , Scegliere le case dello studente a disposizione delle Università.

Giudizio negativo Svantaggi: Rischio di accollarsi le spese con un coinquilino insolvente.

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: affitto della casa studenti

Categoria: Affari e finanza

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Come risparmiare sull’affitto se sei uno studente fuori sede? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento