Come richiedere un prestito alla Banca Intesa San Paolo?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 16:38:02 09-02-2011

Quando si compera un bene o un servizio, molti consumatori si domandano se è più conveniente ricorrere al finanziamento che ci viene proposto all’atto dell’acquisto nel caso in cui si opti per un pagamento rateale, oppure se è più vantaggioso ricorrere a un prestito personale presso la propria banca.
Per quanto riguarda il cosiddetto credito al consumo è sempre più conveniente ricorrere ad un prestito personale rivolgendosi direttamente agli sportelli del proprio istituto bancario e se si fa un raffronto con il Taeg applicato da tutte le finanziarie e quello presente nel prestito erogato dalla banca, si comprende perchè è meglio pagare il proprio debito con quest’ultima.

Banca Intesa San Paolo offre a tutti i clienti privati diversi tipi di prestito personale ritagliati in base alle esigenze e al profilo del privato; uno dei prodotti di punta è il ” prestito maxi” un finanziamento adatto a chi ha deve fare fronte a spese anche di una certa entità come per esempio l’acquisto di un’autovettura, cure odontoiatriche ecc.

A seconda delle garanzie richieste esistono due forme di finanziamento: il cosiddetto prestito “chirografario” e quello “pignoratizio”, nel primo caso è necessaria a garanzia solo la firma del richiedente, mentre nel secondo caso serve la firma di un garante.
Il richiedente può optare per un prestito a tasso fisso o variabile, nel primo caso avrà la certezza di una rata costante per tutta la durata del rimborso, ma non potrà beneficiare di eventuali riduzioni legate all’andamento dei tassi di interesse, nel secondo caso il rischio può essere legato al fatto che in caso di un’impennata dei tassi d’interesse, cresca anche l’importo della rata da rimborsare.
Il vantaggio del prestito pignoratizio è quello di avere un tasso di interesse più basso rispetto a quello chirografario, quindi a fronte di maggiori garanzie le rate da rimborsare sono sensibilmente più basse, 1 punto percentuale su un debito spalmato in dieci anni non è poco!

I tassi di interesse seguono l’andamento del mercato e sono fissati nel penultimo giorno lavorativo antecedente la sottoscrizione del mutuo, il prestito non prevede spese sia per quanto riguarda l’istruttoria sia per ciò che concerne l’incasso della rata, il piano di ammortamento previsto è alla “Francese”; il prestito prevede anche la sottoscrizione dell’assicurazione “ProteggiMutuo”.

Possiamo confrontare Prestito Maxi con un prodotto distribuito da gruppo Unicredit Banca di Roma come il Creditexpress Top, la prima differenza riguarda l’importo massimo finanziabile, Banca Intesa San Paolo concede fino a 300.000 euro sottoscrivendo il prestito pignoratizio, Unicredit Banca di Roma arriva massimo a 100.000 euro.
Un altro aspetto importante riguarda la chiarezza delle informazioni, le condizioni di PrestIto Maxi sono presenti anche online e corrispondono a quanto è presente sui fogli informativi presenti in agenzia. Creditexpress Top prevede solo il tasso fisso.

PREZZO: Ammortamento alla Francese, il prestito chirografario costa 9,718%, quello pignoratizio 8,636% su base annua

SVANTAGGI: Su importi di una certa consistenza il costo finale è elevato.

VANTAGGI: Chiarezza, flessibilità, alto importo finanziabile, scelta tra tasso fiisso o variabile.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Come richiedere un prestito alla Banca Intesa San Paolo?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento