Come realizzare il proprio albero genealogico?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 10:37:23 21-05-2013

Scoprire le proprie origini è un desiderio che accompagna molte persone nell’arco della propria vita. Normalmente i nostri ricordi o le relazioni con i parenti si estendono, con un po’ di fortuna, ai bisnonni e ai cugini di secondo grado.

Costruire il proprio albero genealogico è un’idea che solletica molti. Ecco i passi per costruire le proprie origini: un lavoro sotto certi aspetti faticoso, ma che con l’aiuto di alcuni consigli guidati regalerà grandi soddisfazioni.

Un albero genealogico é un grafico, cartaceo o elettronico, con cui si rappresentano le generazioni di un ceppo familiare. La struttura è simile a quella di un’albero i cui rami costituiscono gli appartenenti al grado di ascendenza,ossia gli antenati e relativi affini, collaterali, discendenti. Normalmente i membri uomini sono inseriti in una casella quadrata, mentre le donne in una casella rotonda. Esistono differenti forme di diagrammi per rappresentare un albero genealogico: a farfalla, a clessidra, a ventaglio.

Il primo passo per la ricerca è, se possibile, farsi elencare dai parenti la propria discendenza, memorizzando alcuni semplici elementi: Nome, Cognome, data e luogo di nascita. Interessante è il luogo di sepoltura di parenti deceduti: in molti casi la presenza di una cappella, o tomba di famiglia fornisce importanti elementi. In secondo luogo gli archivi comunali e parrocchiali sono uno strumento indiscutibilmente utile: dal Concilio di Trento del 1565 fu reso obbligatoria la registrazione dei nati con un cognome per definire i gradi di parentela ed evitare, così, matrimoni tra consanguinei.

I documenti da cui attingere informazioni sulla propria famiglia sono vari e le fonti diventano via via sempre più complesse e di difficile interpretazione in funzione del grado di approfondimento e di lontananza nel tempo dal richiedente: certificati di nascita, di battesimo, di matrimonio sono alcuni esempi. La mancanza di documenti si può verificare nel caso di distruzione per incendio, per usura o volontaria, ma gli inconvenienti si possono aggirare percorrendo strade alternative.

Per compilare l’albero genealogico è possibile chiedere il supporto di professionisti, o siti specializzati in materia, che si prendono a carico le ricerche al posto dell’interessato, così come pure la realizzazione grafica dell’albero. Nel caso si voglia procedere in completa autonomia vi sono siti sia gratuiti che con opzioni a pagamento. Alcuni esempi tra i più utilizzati: Ancestry.it (gratis), genopro.com (software per grafica albero genealogico gratis), parentistretti.it (per creare la grafica gratis), MyHeritage (grafica per albero genealogico gratis e possibilità di creare un sito). Myheritage fornisce anche un supporto di ricerca a pagamento

Una curiosità: la città di Chioggia presenta un caso singolare di omonimia tra due cognomi e per tale ragione nei documenti ufficiali e legali sono riportati, oltre al nome e al cognome, anche il soprannome del ceppo familiare.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Come realizzare il proprio albero genealogico?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Un albero genealogico può essere cartaceo o elttronico. , Esistono differenti forme di diagrammi per rappresentare un albero genealogico: a farfalla, a clessidra, a ventaglio.

Giudizio negativo Svantaggi: Molte le risorse in rete, gratuite o a pagamento. Per citarne alcune Ancestry.it ,

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: albero genealogico famiglia ricordi

Categoria: Famiglia

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Come realizzare il proprio albero genealogico?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento