Quanto vale la prima Barbie?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 21:24:28 31-01-2011

La prima Barbie attualmente vale qualche migliaio di euro. Tra poche righe spiegheremo il perché. Prima, però, è necessario fare un breve riassunto della storia della bambola più famosa del mondo. Nel 1938 due sposini, Elliot Handler e sua moglie Ruth, vanno a vivere a Los Angeles. Qui, qualche anno più tardi, danno vita alla Mattel, che nel giro di poco tempo si indirizza sempre di più verso la produzione di giocattoli. Ruth agisce in prima persona, proponendo idee. Il suo desiderio, però, sarebbe quello di iniziare la produzione di bambole. Bambole moderne, però, dotate di vita sottile, gambe molto lunghe, seno piuttosto prosperoso e dettagli del viso ben messi in evidenza. Ci spostiamo nel 1956, in Svizzera, dove Ruth nota dietro la vetrina di un negozio una bambola che sembra esattamente quella che lei ha in mente. Si chiama Lilli e non arriva ai trenta centimetri di altezza, è fatta di plastica e rappresenta una donna con le sembianze di Brigitte Bardot. Nata in Germania, rappresenta una ragazza piuttosto disinvolta, ed è comparsa sul mercato della Germania l’anno precedente. Ruth prende spunto da questa vicenda, e riesce a convincere la Mattel a dare concretezza alla sua idea. Acquistati tre esemplari di Lilli, la rielaborano, in modo da dare origine a Barbie: profondamente simile, eppure completamente diversa. Il materiale di produzione scelto è il vinile, che viene prodotto specialmente in Giappone. Il nome deriva dalla figlia dei produttori, che si chiama appunto Barbara. E così Barbie nasce ufficialmente nel marzo del 1959. Il debutto ufficiale della nuova bambola avvenne in occasione della Fiera del Giocattolo che si teneva a New York. Solamente nel corso di quell’anno, ne vennero venduti quasi quattrocentomila esemplari, al costo notevole (per i tempi di allora) di tre dollari. Insomma, nel giro di poche settimane Barbie divenne un evento commerciale di dimensioni notevoli, confermato dal fatto che anche adesso, a distanza di più di cinquant’anni, se ne parla, e che un esemplare riesce a raggiungere il valore di diverse migliaia di euro. Il tutto, grazie alla apparentemente semplice intuizione di Ruth, la quale ebbe l’idea di mettere in commercio una bambola dotata di un guardaroba molto vasto, i cui abiti e accessori, comunque, dovevano essere venduti a parte. Nel 1961 comparve Ken, il quale a sua volta prese il nome da Kenneth, il figlio della coppia, mentre qualche anno più tardi toccò alla quasi dimenticata Midge, amica di Barbie. Ma questa è un’altra storia.
La prima Barbie, dunque, apparve nei negozi nel 1959. Qualche anno fa, la sua proprietaria, Marina Kochen, decise di metterla all’asta da Christie’s, insieme ad altre bambole della sua collezione, che comprendeva più di quattromila bambole. Ad ogni modo, la base d’asta decisa per la prima Barbie era di 1200 euro, un prezzo che ovviamente è salito. Ecco perché si può dire senza dubbi che la prima Barbie ora vale diverse migliaia di euro.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Quanto vale la prima Barbie?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento