Quanto mi costa il Telepass?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 11:54:23 08-02-2011

All’epoca della stipulazione del contratto telepass, nel lontano 2004, me la mi sono posto una domanda.
Quanto mi costa possederlo?
Ci sono vari contratti che si possono stipulare per avere il telepass, strumento molto utile sia per quanto riguarda la praticità di attraversamento del casello, per il pagamento dello stesso e il fattore più importante, quello di non stare in coda anche per ore intere.
Può capitare di non avere a portata di mano gli spiccioli, oppure di avere una banconota di grosso taglio, o peggio ancora, dimenticare il portafogli a casa.
Cosa si fa in questo ultimo caso? Sono rogne da superare e con il telepass tutto questo non accadrà più.
Questi possono essere tutti considerati i vantaggi di possedere l’apparato.
Quello più convenzionale e più economico è il contratto tradizionale, ossia un contratto telepass con addebito diretto sul conto corrente o su carta di credito.
L’addebito dei transiti avviene ogni 3 mesi, marzo, giugno, settembre e dicembre, ma questo se nell’arco del mese non si superano le 86 euro, superata questa soglia la fattura viene emessa mensilmente, il tutto in via automatica.
Il costo del noleggio è veramente irrisorio, 1.24 euro al mese iva compresa, quindi 3.72 euro ogni 3 mesi.
All’atto della richiesta bisogna inserire tutti i dati del proprietario e del veicolo, scegliere se andare a ritirare l’apparato in un punto blu oppure farselo spedire direttamente a casa con i relativi costi di spedizione.
Fatto questo potete iniziare a transitare nella corsia privilegiata ai clienti telepass.
Semplici e molto pratici le funzioni, basta applicare il telepass con gli adesivi opportuni forniti da loro stessi sul parabrezza e il transito viene registrato automaticamente con un bip all’ingresso e uno in uscita.
Fate attenzione però a dove lo attaccare perché alcuni parabrezza sono schermati, quindi il transito può non essere registrato.
Loro consigliano anche di non lasciare il telepass attaccato a lungo quando non lo si utilizza, soprattutto in estate sotto il sole cocente in quanto la batteria può esaurirsi prima del dovuto, in questo caso ve ne accorgete subito perché l’apparato emette dei bip consecutivi, questo significa che la batteria si sta esaurendo, in questo caso basta andare in un punto blu per la sostituzione dell’apparato.
Per evitare questo, basta staccare il telepass quando non si ha intenzione di utilizzarlo e riporlo magari nel vano porta oggetti dell’auto, al riparo dalla fonte di calore diretta.
Per chi utilizza in modo sporadico il telepass e non vuole pagare il noleggio, può optare per quello ricaricabile, ma qua la questione cambia e bisogna fare i calcoli in modo dettagliato.
Quello ricaricabile ha un costo iniziale di acquisto e i tagli di ricarica partono da 25 euro e si paga un euro per ogni scaglione, cioè 1 euro per una ricarica da 25 euro, 2 euro per ogni ricarica da 50 euro e così via, ma questo attualmente ha uno svantaggio, non può essere utilizzato in tutti i caselli perché quest’ultimi non sono tutti convenzionati.
Attualmente la rete convenzionata non arriva neanche al centro Italia.
Quello ricaricabile conviene solo agli utenti del sud e per chi lo utilizza pochissime volte all’anno.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Quanto mi costa il Telepass?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento