Quanto è diffusa la calvizia maschile?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 9:40:57 23-03-2011

La calvizie maschile è molto diffusa sia negli uomini che nelle donne.Da sempre si parla di come poter risolvere la calvizie detta tra l’altro anche alopecia.La perdita dei capelli è soprattutto ereditaria e quindi si può parlare di calvizie genetica.In Italia come in tutto il mondo due uomini su tre tendono a perdere dopo i trent’anni i propri capelli.Una delle cause principali sono lo stress e l’ansia.Va detto che anche le persone affette da ipotiroidismo sono a rischio di alopecia.La calvizie ereditaria si sviluppa in giovane età e riguarda soprattutto i ventenni in quanto non è solo l’anzianità a farci perdere i capelli anzi dipende soprattutto dallo stile di vita che si conduce.Difatti va detto che una alimentazione non corretta o troppo esagerata sono tra le principali cause di un eventuale perdita dei propri capelli o ancora se si tende a fare una vita priva di interesse e di cura di se stessi.La calvizie permanente e quindi totale è impossibile da curare in quanto studi medici hanno dimostrato che il forte stress e l’ansia insieme all’alimentazione contribuiscono ad una calvizie totale e il più delle volte è dovuta dalle stesse persone le quali invece di intervenire a tempo dovuto si sono preoccupate soltanto quando ormai non c’era più niente da fare.Chi utilizza gel per capelli o lacche la calvizie è molto frequente ma se si interviene in tempo è curabile.Di conseguenza se la calvizie non è totale la si può curare in vari modi.Molti uomini ricorrono a dei trapianti capillari per rendere “attivo” il proprio cuoio capelluto ma soprattutto per sperare in una ricrescita dei capelli.Il trapianto capillare non è per nulla semplice in quanto lo specialista deve prima studiare a fondo il cuoio capelluto e soprattutto la parte più calva per stabilire poi come poter intervenire e decidere soltanto dopo uno studio approfondito se è il caso o meno di effettuare un trapianto.La causa più frequente post-trapianto è il rigetto in quanto il più delle volte capita che il cuoio capelluto non accetti di buon gusto i capelli trapiantati ed è per questo il motivo per cui è una operazione molto complicata ma è meglio parlare di operazioni di trapianto per il fatto che bisogna andare più volte dal chirurgo.Oggi va di moda soprattutto l’utilizzo di speciali pillole e spray capillari.Tra le pillole attualmente più vendute non si possono non citare le pillole o i spray capillari “Foliactive”.Ovviamente bisogna sempre rivolgersi ad un specialista il quale poi dopo aver studiato il nostro cuoio capelluto a fondo ci proporrà se fare un trapianto se la caduta dei capelli è nei “paraggi” oppure consigliarci dei prodotti specifici dopo averci detto anche le conseguenze che questi prodotti possono avere sulla nostra salute.Difatti chi utilizza pillole o spray capillari senza dubbio può avere un minore desiderio sessuale o anche mangiare più del solito o addirittura in alcuni casi può avere anche problemi di cuore.Secondo voci sembra che alcuni ricercatori americani di Los Angeles abbiano trovato una cura “infallibile” contro la calvizie anche se poi si deve vedere se è vera o se è la solita pubblicità ingannevole.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Quanto è diffusa la calvizia maschile?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: La prima manifestazione della calvizia è l'assottigliamento e indebolimento dei capelli , Usare prodotti anticaduta e vitalizzanti, consigliati dal dermatologo

Giudizio negativo Svantaggi: Evitare di aggredire il capello e il cuoio capelluto, evitare quindi gel e phon

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: calvizia capelli uomo

Categoria: Bellezza e stile

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Quanto è diffusa la calvizia maschile?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento