Quanto consuma un elettrodomestico in stand-by ?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 14:55:59 20-11-2014

Quasi tutti i moderni elettrodomestici (TV, computer, stereo, console, ecc.) possono essere lasciati in stand-by (o “sleep mode”) e ciò viene segnalato da delle piccole spie accese sull’apparecchio. Attenzione però, in questa modalità il consumo di energia elettrica si riduce, ma non si annulla.

Gli elettrodomestici spenti continuano a consumare quantità minime di energia elettrica se collegati ad una presa di corrente. Consumi non trascurabili: secondo una recente indagine nelle case di 1300 europei, una sola apparecchiatura collegata alla rete elettrica e in stand-by consuma l’11% di tutta l’elettricità che usiamo, per una spesa pari a 50/60 euro all’anno a famiglia (dati Legambiente).

Dal 1 gennaio 2011 è entrata in vigore una direttiva europea(2005/32/CE) per la modalità “stand-by” per i nuovi apparecchi immessi sul mercato in Europa: il consumo non deve essere maggiore di 1W di potenza assorbita e 2 W se la modalità stand-by serve ad illuminare uno schermo che dia informazioni. Dal gennaio 2013 queste soglie sono state dimezzate rispettivamente 0,5W e 1W.

Costruire apparecchi che rispettino queste norme non costa di più se ci si pensa durante la progettazione. Nonostante ciò, sul mercato si trovano ancora elettrodomestici fuori norma, e molti consumatori non ne sono consapevoli.

Ma quali sono gli apparecchi che in stand- by consumano più energia?

Secondo Avvenia (l’azienda leader nazionale nel settore dell’efficienza energetica, con sede a Roma) ai primi posti ci sono le console dei videogiochi, le stampanti laser, le fotocopiatrici. A seguire i decoder della tv digitale, le macchinette del caffè, i router per Internet e i televisori. E poi ancora i forni elettrici, gli impianti stereo e addirittura i caricabatterie dei cellulari.

E a livello ambientale?

Basti pensare che ogni anno in Europa gli elettrodomestici in “sleep mode” favoriscono l’inquinamento immettendo nell’ambiente 3,6 milioni di tonnellate di CO2 (dati Avvenia).

Ma come fare per eliminare e/o ridurre lo spreco?

1. Ricordandoci di staccare dalla presa di corrente i caricabatterie quando avremo caricato il cellulare, il tablet o lo smartphone.

2. Acquistando una presa elettrica multipla e collegandovi più elettrodomestici: spegnendo l’interruttore il consumo degli apparecchi sarà annullato.

Così facendo faremo un favore all’ambiente e alle nostre tasche.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Quanto consuma un elettrodomestico in stand-by ?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Quanto consuma un elettrodomestico in stand-by ?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento