Quanto cioccolato dovremmo mangiare al giorno?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 8:31:30 28-03-2011

A quanto sembra il cioccolato è un alimento incredibile non solo per le nostre papille gustative, ma anche per quanto riguarda l’ipertensione e varie forme di anemia, oltre all’effettivo sprint che dà al nostro cervello e a tutto il corpo. A patto, però, che si preferisca quello fondente.
Numerosi studi dimostrano infatti che quest’ultimo, ricco di ferro e quasi completamente privo di zuccheri, possa essere un valido integratore soprattutto per chi ha sbalzi di ferro, in particolare per le donne in gravidanza. Per loro è consigliabile mangiare ogni giorno una barretta di fondente con contenuto di cacao pari ad almeno il 70′, e dal peso di 30 grammi. Favorendo dunque la circolazione sanguigna, regolarizzando la pressione arteriosa e diminuendo il rischio della gestosi, sembrerebbe che il cioccolato fondente in gravidanza sia pressoché indispensabile, e tale da essere proprio “assunto” come un farmaco, ma completamente naturale.
E in altre situazioni?
In genere un cioccolato fondente di buona qualità e con un contenuto di cacao pari al 70-80% contiene una media del 65% di carboidrati, costituiti essenzialmente da zuccheri, e da una percentuale bassissima di amidi. Il 22% è costituito da grassi, ottenuti dai semi di cacao tostati, il 5% dalle proteine, circa l’8% da acqua e fibre, almeno il 4% è costituito da sali minerali, e solo meno del 2% è costituito da teobromina e altri alcaloidi.
In base alle caratteristiche personali il fabbisogno quotidiano di cioccolato può variare dunque, dai 30 grammi per la gestante ai 100 grammi per chi soffre o è predisposto verso le malattie cardiovascolari. Pare infatti che una quantità giornaliera di un etto riduca il rischio di tali malattie di oltre il 20%.
La dose quotidiana per un soggetto normale, dai bambini agli adolescenti, si aggira intorno ai 50-60 grammi al giorno, aumentando la dose negli sportivi.
Il cioccolato fondente sembrerebbe dunque sfatare tutti i miti che si erano creati intorno ad un alcaloide iper eccitante, la cui pericolosa nomea si accompagnava al suo presunto contenuto di zuccheri e grassi. Sostanze, queste, che sono molto ridotte nel cioccolato fondente, rispetto a quello al latte.
Ricerche scientifiche condotte negli ultimi anni, hanno invece voluto puntare l’attenzione sulla salubrità di questo dolce, che permette di innalzare il tono dell’umore con un semplice quadratino, quando invece lo stesso effetto sarebbe possibile solo grazie a prodotti chimici anti ansia. Il ruolo svolto dalla teobromina sarebbe naturalmente antidepressivo, andando ad aumentare la concentrazione e agendo proprio in qualità di ricaptatore della serotonina.
Fermo restando che i soggetti diabetici dovrebbero evitare quello contenente zuccheri, e che ormai ne esistono molte marche completamente prive, il cioccolato sembra coniugare oggi gusto e salubrità. Tanto che viene consigliato anche ai bambini perché, lungi dal favorire la carie, sembrerebbe mostrarsi un potente antibatterico.
Insomma, quei trenta/quaranta grammi al giorno, tirano su di morale, rendono felici e aiutano il nostro corpo contro i diversi malesseri. Cosa chiedere di più ad un alimento?

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Quanto cioccolato dovremmo mangiare al giorno?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: quei trenta/quaranta grammi al giorno, tirano su di morale , rende felici e aiuta il nostro corpo contro i diversi malesseri

Giudizio negativo Svantaggi: non esagerare troppo

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: cibo cioccolato mangiare

Categoria: Mangiare e bere

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Quanto cioccolato dovremmo mangiare al giorno?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento