Quando si può chiedere un part time?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 15:36:30 23-03-2011

Le persone che vogliono lavorare ad orario ridotto ed hanno i requisiti necessari possono ottenere un par-time.
Il par-time consiste di solito nel lavorare ad orario ridotto che può essere di 4 ore.
Sempre più donne per esigenze diverse richiedono questo tipo di contratto, un po’ per seguire la famiglia e i figli, un po’ per altri problemi di varia natura fare il par-time è la scelta più mirata per una donna.
Ma ci sono diversi tipi di par-time che variano dalla tipologia e dal termine contrattuale.
I par-time più usati sono quelli definiti orizzontali e verticali o par-time misto.
La legge prevede la possibilità che si possa ottenere un contratto di par-time.
A riguardo si richiama il decreto legislativo numero 100 che risale al 26 Febbraio 2001 che regola appunto il contratto par-time.
Essendo un contratto di lavoro bisogna che esso sia esteso per iscritto e firmato da il datore di lavoro e la persona interessata.
In questo contratto per renderlo valido a tutti gli effetti deve riportare anche la mansione che si andrebbe a ricoprire seguito anche da un mansionario che riporta in dettaglio le mansioni che deve riportare con la classificazione del livello d’inquadramento e la durata.
Poi come in tutti i casi il cosiddetto par-time può avere delle varianti che riguardano la flessibilità ma che comunque devono essere sostenute dal contratto nazionale del lavoratore.
Mentre per quello che riguarda l’aspetto previdenziale il tutto viene regolarizzato dal decreto legislativo numero 61 del 2000.
Bisogna anche dire che nel momento che ci fossero carichi di lavoro diversi e che per esigenze aziendali occorre modificare l’orario di lavoro e pertanto il contratto l’azienda può farlo e può richiedere la modifica contrattuale.
Comunque prima di procedere a una modifica contrattuale bisogna dimostrare determinati carichi di lavoro e determinate esigenze e il tutto deve sempre essere sottoposto al lavoratore o lavoratrice interessato con il giusto preavviso e con un consenso da entrambe le parti.
Se ci sono poi condizioni di salute che limitano la persona o che deve sottoporsi a terapie salvavita in questo caso ci sono tutti i presupposti di poter richiedere e ottenere un contratto di lavoro par-time.
Per richiedere un par-time bisogna avere determinate esigenze che possono essere di carattere familiare o di carattere sociale.
Per esempio può richiedere e ottenere un par-time chi ha problemi di salute serie, chi ha familiari con handicap psicofisiche o motorie, chi ha alle spalle una condizione familiare particolare che necessita di assistenza, tossicodipendente, alcolismo ecc.
Per quello che riguarda la retribuzione consiste nella retribuzione delle ore effettivamente lavorate più un’eventuale percentuale per l’orario in eccedenza a quello contrattuale.
Io faccio un par-time da un anno che mi è stato concesso per gravi problemi di salute e non ho avuto nessun problema ad ottenerlo grazie al sostegno sindacale.
L’’azienda ci prova sempre nel cercare di trasformare il mio orario di lavoro da par-time ad orario full-time ma ha sempre trovato un muro da parte mia.
I svantaggi sono legati all’ottenimento mentre i vantaggi riguardano nell’avere più tempo per la famiglia.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: il part time conviene agli studenti o ai genitori , è concesso per chi ha problemi di salute

Giudizio negativo Svantaggi: non è un contratto che porta uno stipendio alto

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: contratto Lavoro part-time

Categoria: Lavoro

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Quando si può chiedere un part time?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento