Quando piantare le piante in giardino?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 21:35:19 05-12-2010

Il periodo autunnale e in particolare il mese di novembre, è quello più propizio per eseguire tutta una serie di operazioni di manutenzione e di preparazione del terreno, comprese quelle di trapianto di numerose specie.
Le piante più delicate sono state messe al riparo in serre o coperte con teli di tessuto-non tessuto mentre all’aperto molte specie arboree entrano in riposo vegetativo, è questo il periodo in cui prepariamo il giardino alla ripresa vegetativa primaverile.
Prima che la temperatura diventi inferiore allo zero e prima che con la nebbia o con la pioggia si formino dei ghiaccioli intorno alle parti esterne del vegetale, possiamo ancora interrare i bulbi delle piante a fioritura precoce, è il caso del tulipano, dei giacinti,dei narcisi.
Non dimentichiamo di scavare delle buche se sappiamo che cosa andremo a piantare in primavera, è preferibile preparare il fondo del terreno mescolando torba e letame e deponendo della ghiaia che ne migliori il drenaggio.
Molte operazioni e lavori preparatori sono sempre consigliabili da eseguire nel periodo autunnale, questo dipende anche dalla zona geografica in cui ci si trova, la predisposizione, infatti, di nuove piante può essere fatta nelle prime settimane di novembre se ci troviamo in Nord Italia, per tutto il mese se abitiamo nel Centro e Sud Italia.
L’esecuzione del trapianto va fatta con cura. Il momento più opportuno per le specie arboree corrisponde al periodo di riposo vegetativo, possiamo piantare rampicanti a foglia caduca, ma anche betulle, salici e tigli.
Prima di piantare le piante sono necessari tutta una serie di lavori preparatori, quello sicuramente più importante riguarda lo scasso del terreno, nel giardino è preferibile adottare il sistema dello scasso a buche che si fa scavando una buca, di forma quadra o rotonda, in corrispondenza del punto in cui sarà piantato l’albero.
E’ bene che le buche rimangano aperte per almeno tre settimane prima dell’impianto. Il terreno in questo modo, avrà la possibilità di ossigenarsi.
La fine dell’autunno è il periodo idoneo per mettere a dimora il pesco o il melo e in genere tutte le specie da frutteto , mentre in primavera possiamo trapiantare tutta una serie di specie annuali come petunie, gerani, ranuncoli, portulache, ecc.
Per altre piante è indifferente il periodo in cui decidiamo di metterle a dimora come per esempio la Campanella, altre come il Cypripedium che appartiene alla famiglia delle Orchidacee devono essere piantate in marzo-aprile e diffcilmente attecchiscono se vengono messe in dimora a primavera inoltrata.
Conoscere quindi le caratteristiche delle piante è molto importante per scegliere il periodo adatto per la messa in dimora, se si vuole per esempio piantare una passifloracea come il lillà, questa operazione deve essere fatta tassativamente in ottobre o novembre.

Ricapitolando questi sono i punti da tenere in considerazione per la messa in dimora delle piante:

*La zona climatica in cui ci si trova
*La specie
*Il calendario

SVANTAGGI: Non tutte le specie possono essere piantate nello stesso periodo, specie diverse reazioni differenti, conoscenza delle caratteristiche della pianta.

VANTAGGI: Un trapianto eseguito con cura e nel momento adatto è garanzia di successo.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Quando piantare le piante in giardino?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento