Quando è nata la marcia della pace?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 9:05:11 28-09-2011

La marcia della pace è una manifestazione che si tiene ogni anno in Umbria, su un percorso che si snoda tra Perugia e Assisi, per un totale di circa 24 km. e coinvolge decine di migliaia di persone che hanno in comune l’ideale dell’antimilitarismo e della non violenza.

La nascita di questa manifestazione risale al 1961 e fu Aldo Capitini, un filosofo perugino ad idearla.

Aldo Capitini (1899-1968) fu un educatore, un politico, antifascista e un poeta. Per aver diffuso le idee gandhiane di non violenza e per aver rifiutato l’iscrizione al partito venne licenziato dalla Normale di Pisa e durante gli anni del ventennio visse di lezioni private nella sua Perugia.
Più di una volta venne incarcerato per aver fondato il movimento liberal socialista, ma vista la sua grande religiosità, con lui il regime ebbe sempre un occhio di riguardo.
Dopo la guerra rifiutò sempre di aderire a qualsiasi partito politico e si dedicò al’insegnamento e alla diffusione delle sue idee antimilitariste, non violente e alla ricerca religiosa.
Nel 1961 organizzò la Marcia per la Pace e la Fratellanza dei Popoli, una camminata tra Perugia e Assisi, per promuovere una politica di conciliazione internazionale e per schierarsi apertamente contro il riarmo nucleare che vedeva in quegli anni protagoniste le maggiori potenze straniere.
A quella prima marcia partecipò Italo Calvino che si riconosceva nelle idee di Capitini, in seguito anche Norberto Bobbio collaborò con il professore perugino.

Durante quella prima marcia che si tenne il 24 settembre, apparve per la prima volta anche la bandiera della pace, il vessillo colorato che tutti conosciamo. Fu ideato dallo stesso Capitini che si ispirò a simboli che aveva visto comparire in alcune manifestazioni negli Stati Uniti e in Gran Bretagna e rappresenta i sette colori dell’arcobaleno.

Quel giorno di settembre del 1961 Franco Fortini e il cantautore Fausto Amodei (colui che scrisse anche “Per i morti di Reggio Emilia”, in memoria dei caduti durante una manifestazione sindacale) improvvisarono alcune strofe per accompagnare il cammino dei pacifisti. Si trattava di versi spiccatamente anti militaristi

……”E se la patria chiede
di offrirgli la tua vita
rispondi che la vita
per ora serve a te.”

quando vennero incisi Andreotti reagì malamente e la magistratura pose il disco sotto sequestro.

In seguito l’ideatore Aldo Capitini parlò dell’esperienza della marcia della pace nel suo libro “Opposizione e liberazione” e la definì come la dimostrazione che il pacifismo e la non violenza non sono accettazione passiva dei mali del mondo.

Dopo il 1961, ci vollero altri 17 anni prima che la manifestazione si ripetesse e il suo ideatore era già morto da molto tempo.

Ora si svolge con cadenze variabili (annuali, biennali o anche dopo più anni) e vede la partecipazione di religiosi, politici, pacifisti, aderenti ad associazioni di volontariato che in teoria dovrebbero partecipare senza alcun simbolo politico.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Quando è nata la marcia della pace?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: la nascita di questa manifestazione risale al 1961 , si svolge con cadenze variabili

Giudizio negativo Svantaggi: nessun svantaggio

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: manifestazione marcia della pace pace

Categoria: Ambiente

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Quando è nata la marcia della pace?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento