Quand’è il periodo migliore per visitare l’Australia?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 14:26:54 11-12-2010

Programmare un viaggio in Australia in base a condizioni climatiche favorevoli è in stretta relazione con la destinazione.
Per la sua posizione geografica ed astronomica a cavallo tra il Tropico del Capricorno ed inoltre per la sua forma massiccia e per la diposizione marginale della Cordigliera Australiana, che funge da barriera contro i venti alisei provenienti dal S-E, l’Australia ha in buona parte un clima tropicale, generalmente arido, di tipo accentuatamente continentale.
Diversa è la situazione climatica è la parte sud orientale dell’Australia che va da Melbourne ad Adelaide e che è interessata da un clima di tipo mediterraneo con piovosità prevalentemente invernale.
Chi decide di partire dall’Europa deve considerare che le stagioni sono invertite pertanto quando da noi è estate, in Australia è inverno e viceversa, è preferibile partire dall’Europa nel periodo invernale se si decide di godere del clima estivo della parte sud orientale e magari soggiornare nello stato del Queesland meridionale dove lungo le coste vi sono magnifiche spiagge che permettono di godere della vista dell’Oceano, sempre lo stesso di periodo di partenza dall’Europa è consigliabile per visitare l’isola di Tasmania. grande quasi tre volte la Sardegna, mentre è sconsigliabile partire per questa zona nel periodo che corrisponde alla nostra estate in quanto si troverebbe un clima non favorevole caratterizzato da freddo e neve.

Nel nostro viaggio in Australia abbiamo deciso di partire dall’Italia nel mese di giugno per visitare una meta che è un pò fuori da circuiti turistici, il nord-est dell’Australia e per ammirare la più estesa scogliera corallina del mondo, un ambiente naturale affascinante dove vivono 400 tipi di coralli, 4000 specie di molluschi e 1500 di pesci, migliaia di varietà di crostacei, di spugne e di altri animali marini. Il clima è abbastanza favorevole anche se decisamente umido, è preferibile comunque evitare viaggi nella zona nord nel periodo che va da novembre a maggio in quanto essendo una zona tropicale è soggetta a piogge monsoniche oltre a presentare un fastidiosissimo caldo umido che si attacca alla pelle..
Sempre nello stesso periodo abbiamo fatto tappa nelle zone interne beneficiando di un clima fresco e comunque mite che ha favorito le escursioni nello scrub, la tipica steppa dell’Australia, formata da cespugli di acacie, di eucalipti nani e di Spinifex, una graminacea che presenta delle foglie lunghe e pungenti chiamata dagli australiani “erba istrice”.
Consigliabile anche di visitare nello stesso periodo ( da giugno ad ottobre) la zona di Brisbane che presenta un inverno abbastanza mite e secco e consente di godere delle numerose attrattive paesaggistiche della zona.

E’ opportuno programmare per tempo il viaggio sapendo bene qual’è la destinazione, in linea di massima possiamo indicare questi periodi come i più favorevoli per partire dall’Italia:

*da maggio ad ottobre zona nord
* dicembre-gennaio zona sud
*giugno-agosto zone interne

Un viaggio in Australia è sempre consigliabile e gli svantaggi sono in proporzione alla mancanza di programmazione, si consiglia pertanto di affidarsi solo a chi opera da anni verso questa meta.

Il costo? Dipende cosa vogliamo, per un’escursione di tre settimane mettete in conto almeno 3500 euro.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Quand’è il periodo migliore per visitare l’Australia?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento