Quali sono stati i più grandi disastri naturali?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 15:03:19 20-03-2011

La potenza della natura è di gran lunga superiore alla possibilità dell’uomo di contrastarla: sin da quando l’uomo vive sulla Terra sono state numerose le catastrofi naturali che lo hanno posto di fronte alla sua fragilità.
Focalizziamo ora la nostra attenzione sulle più gravi catastrofi naturali dell’ultimo secolo, che hanno causato migliaia di morti, distruggendo intere città e interi paesaggi. La natura manifesta la sua forza in vari modi: terremoti, tsunami, uragani, alluvioni.

Ogni anno si registrano oltre un milione di sismi al mondo, a ricordarci che il sottosuolo della terra è in continuo movimento. Gli effetti correlati al sisma, come i maremoti e le frane, possono causare gravi danni e numerose vittime. Ultimo in ordine di tempo è stato il terremoto che ha colpito il Giappone il 12/03/2011. Il terremoto, di magnitudo 8,9 della scala Richter, il quarto più forte dell’ultimo secolo, ha avuto il suo epicentro nell’oceano Pacifico a 130 km dalla costa giapponese. L’epicentro in mare ha causato uno tsunami, con onde alte fino a 10 metri, che, per la così breve distanza dalla costa, hanno impiegato pochi minuti a raggiungere la terraferma e a distruggere tutto quello che incontravano sul loro cammino. Ad oggi, il bilancio è di oltre 20.000 vittime, tra morti e dispersi.
Possiamo inoltre ricordare:
•il terremoto di Haiti, di magnitudo 7,3 Richter, del 12/01/2010 che provocò 220.000 vittime circa;
•il terremoto in Abruzzo del 6/04/2009, di magnitudo 5,9 Richter, che causò circa 300 vittime;
•il terremoto a Sumatra e nelle regioni limitrofe nell’Oceano Indiano, di magnitudo 7,8 Richter, del 26/12/2004, anch’esso seguito da un devastante maremoto, le cui vittime furono stimate in 283.000 circa;
•il terremoto in Iran il 26/12/2003, di magnitudo 6.6 Richter, che causò circa 26.000 morti e 30.000 feriti;
•il terremoto in Tangshan (Cina) il 28/06/1976, di magnitudo 7.8 Richter, che provocò 250.000 vittime.

Anche gli uragani sono una manifestazione della forza della natura: i loro venti, che soffiano fino a 300 Km/h, aspirano tutto quello che incontrano sul loro cammino. Il più tristemente noto è sicuramente l’uragano Katrina, tra i più gravi negli USA, che il 23/08/2005 colpì l’America Centrale e il Messico, causando il maggior numero di vittime nella città di New Orleans. Ricordiamo inoltre:
•il ciclone Nargis che colpì lo Sri Lanka nel maggio 2008, causando 135.000 morti e 50.000 dispersi;
•il ciclone Bhola che colpì il Bangladesh il 12/11/1970, causando 500.000 vittime.

A causa del riscaldamento globale, oggi sale notevolmente il livello del mare e di conseguenza si moltiplicano alluvioni, uragani e tempeste. Le alluvioni detengono molti record negativi fra le catastrofi naturali, infatti sono le più frequenti e quasi nessuna regione al mondo ne è al riparo. Tra quelle più devastanti, ricordiamo le alluvioni in Uganda e ad Haiti, entrambe nel 2010, quelle in Veneto, nel 2010, quelle di Sarno e Quindici nel 1998 e l’inondazione della Cina nel 1931 a causa dello straripamento dei fiumi Giallo e Yangtze.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Quali sono stati i più grandi disastri naturali?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

» «

 

Giudizio positivo Vantaggi: Negli ultimi 20 anni i disastri naturali sono quadruplicati , Scenari drammatici che, sottolinea l’organizzazione ambientalista, colpirebbero soprattutto i Paesi poveri

Giudizio negativo Svantaggi: A causa del riscaldamento globale alcune piante terrestri e delle specie animali potrebbero estinguersi entro il 2050

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: catastrofe disastri naturali maltempo

Categoria: Ambiente

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Quali sono stati i più grandi disastri naturali?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento