Quali sono i paesi più a rischio sismico?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 17:34:23 15-03-2011

Dopo il terremoto che ha sconvolto il Giappone solo alcuni giorni fa, si comincia o meglio si “ricomincia” a parlare dei luoghi a maggiore rischio sismico. In questi giorni qualunque testata giornalistica, canale televisivo o telegiornale dedica ampio spazio ai fatti del Giappone anche perché non si è trattato di un “semplice” terremoto ma di un vero e proprio disastro epocale che ha avviato una disastrosa reazione a catena. Come ben sapete, il terremoto del Giappone ha avuto un epicentro a circa 150 km dalla costa, questo ha fatto si che al terremoto sia seguito un maremoto (dopo i fatti del 2006 che hanno colpito l’Indonesia, oggi si usa l’espressione Tsunami anziché maremoto)con onde alte più di 15 metri che hanno raso al suolo e spazzato via interi paesi. Il terremoto e il maremoto hanno, inoltre, danneggiato gravemente due delle centrali nucleari presenti in Giappone e in queste ore diventa sempre più alto il rischio di una possibile esplosione dovuta alla fusione del nucleo. Tutti speriamo che sia possibile “risolvere” il problema nucleare con meno danni possibili, ma ci rendiamo conto di come questi “fatti” facciano tornare l’opinione pubblica a parlare delle zone ad alto rischio sismico. E fra queste zone vi è anche l’Italia; la nostra penisola, infatti, si trova fra la placca europea e quella africana. Secondo gli studiosi, le due placche terrestri (europea e africana), ogni anno si avvicinano di qualche millimetro, questo fa si che le due placche possano creare una spaccatura e dar luogo ad un terremoto. Ma l’Italia è una zona ad alto rischio sismico anche perché è una zona vulcanica; pensate all’Etna che ogni anno “da” spettacolo con le sue eruzioni o al Vesuvio che, pur essendo un vulcano “spento” da moltissimi anni, potrebbe eruttare in qualsiasi momento. Con questo mio articolo non voglio certo creare allarmismo o panico, in quanto il terremoto è un evento che non si può “domare” o meglio “dominare” però ci si può preparare o comunque limitare i danni. E’ possibile tutto ciò creando delle abitazioni e delle strutture resistenti ai terremoti (sull’esempio del Giappone), ma anche adottando delle politiche responsabili. A mio avviso, soprattutto dopo quello che è accaduto in Giappone, andrebbero evitate in Italia le costruzioni di centrali nucleari che nella malaugurata ipotesi di un terremoto potrebbero provocare danni maggiori e più pericolosi del terremoto stesso!
Ma torniamo a vedere gli altri paesi ad elevato rischio sismico, oltre al già citato Giappone e all’Italia, altri paesi soggetti a terremoti sono la Nuova Zelanda, le coste degli Stati Uniti, l’America centrale, il Cile, ma anche molte isole vulcaniche dell’oceano indiano e pacifico. Generalmente si tratta di territori che si trovano nel luogo di congiuntura fra due placche terrestri e, come detto sopra, a causa dei movimenti di queste placche sono più soggetti a terremoti (pensate alla faglia di Sant’Andrea).
Spero che i fatti del Giappone possano essere un motivo di riflessione per tutti, buona giornata!

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Quali sono i paesi più a rischio sismico?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: territori che si trovano nel luogo di congiuntura fra due placche terrestri , Tutti speriamo che sia possibile "risolvere" il problema nucleare con meno danni possibili

Giudizio negativo Svantaggi: fra queste zone vi è anche l'Italia

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: paesi a rischio terremoto terremoto in giappone

Categoria: Ambiente

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Quali sono i paesi più a rischio sismico?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento