Quali sono i migliori centri termali del Veneto?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 9:10:18 10-10-2011

Per un week end di benessere, una settimana di relax, o una giornata speciale per ritemprarsi, in Veneto si possono trovare vari centri termali. Ecco alcune delle migliori strutture del Veneto.

In provincia di Vicenza, si distinguono le terme di Recoaro, famose per l’acqua oligominerale distribuita nell’intero paese. Recoaro si colloca nell’incantevole scenario delle Piccole Dolomiti, che riproducono le caratteristiche del paesaggio delle Dolomiti, ed è una destinazione molto ricercata sia per il contesto naturale che per l’innovazione dei trattamenti del centro termale.
Nate nel 1600 e frequentate da subito dalla popolazione di Recoaro e dei paesi limitrofi, si caratterizzano per l’utilizzo di una miscela di acqua piovana con i sali minerali contenuti nelle rocce calcaree: secondo la quantità di sali minerali, si possono distinguere 9 diverse sorgenti.
Le terme di Recoaro sono specializzate nella cura di disfunzioni dell’apparato digerente, del sistema urinario, delle vie biliari e dell’apparato locomotore.

A Colà di Lazise, a pochi km dal lago di Garda, troviamo invece le terme di Verona, che offrono pacchetti comprensivi di sport, relax, benessere e cultura, grazie alle molteplici opportunità che il territorio veronese offre.
Sono l’ideale per chi ama il clima mitigato, tipico del lago, e sono caratterizzate da una temperatura costantemente alta, nonostante la mancanza di alterazione dalla fonte agli stabilimenti.
La struttura è specializzata nella cura delle malattie della pelle (in particolare dermatiti ed eczemi), malattie del sistema respiratorio, di naso, orecchie e gola, in reumatismi e malattie dell’apparato locomotore e in disfunzioni del sistema circolatorio.

Le terme di Padova, situate nella cornice dei Colli Euganei, comprendono varie località, da Abano, a Montegrotto, fino a Battaglia e Galzignano.
Padova è fra i primi centri termali in Europa in quanto a innovazione dei trattamenti e potenzialità curative, grazie alle proprietà mediche delle acque che nascono in territorio prealpino, proseguendo nel sottosuolo, dove si arricchiscono di sali minerali, e sgorgano infine nelle strutture termali a una temperatura di circa 85°.
Le strutture delle terme di Padova sono specializzate nella cura dell’apparato respiratorio, del sistema circolatorio, dell’apparato locomotore e del sistema gastroenterico.

Le terme di Belluno, collocate a poca distanza dal confine con l’Austria, a Padola di Comelico e Cortina d’Ampezzo, vicino al Monte Bagni, sono molto popolari in Veneto dall’inizio del ’900, quando iniziarono ad essere frequentate dall’élite dell’epoca.
Le sorgenti delle terme sono chiamate “fonti di Acqua Puzza” a causa dell’odore, tipico delle acque ad alto contenuto di zolfo.
Le acque delle terme di Belluno, ricche di particolari sali minerali, esercitano azioni benefiche per malattie della pelle, circolazione sanguigna, apparato respiratorio e locomotore.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Quali sono i migliori centri termali del Veneto?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: le strutture delle terme di Padova sono specializzate nella cura dell'apparato respiratorio, del sistema circolatorio, dell'apparato locomotore e del sistema gastroenterico , in Veneto si possono trovare vari centri termali

Giudizio negativo Svantaggi: i centri termali non sono economici

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: benessere cura personale salute

Categoria: Viaggi

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Quali sono i migliori centri termali del Veneto?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento