Quali sono le ultime novità sul libretto al portatore?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 15:15:15 27-09-2011

Con la Manovra di ‘Ferragosto’ (ovvero il decreto legge 138/2011), sono state apportate delle significative modifiche per quanto riguarda il trasferimento di denaro tramite assegni, e le caratteristiche che dovranno avere d’ora in poi i libretti di risparmio o di deposito ( di fatto recependo e rendendo operativo quanto stabilito con il antiriciclaggio (decreto legislativo 231/07, che contiene disposizioni antiriciclaggio).

Quali sono le principali modifiche:
La norma ha trattato entrambe le modalità allo stesso modo stabilendo una soglia pari a 2499 euro oltre la quale devono essere rispettate alcune condizioni particolari, e in caso di trasgressione si va incontro a delle sanzioni decisamente pesanti. Sui libretti di risparmio, nati essenzialmente per accantonare i propri risparmi, a fronte di interessi molto bassi, ma senza incappare in nessun rischio, sia essi postali o bancari, la manovra finanziaria ha disposto che potranno rimanere (o essere emessi nel caso di nuovi libretti aperti) al portatore (ovvero senza l’identificazione di un intestatario specifico e ben definito, ma gestibili di fatto da un numero indefinito di persone, dal momento che per poter fare operazioni di prelievo o deposito è sufficiente presentare il libretto stesso), solo per importi massimi fino a 2499 euro. Per importi superiori (ovvero da 2500 euro in poi) i libretti di risparmio o di deposito dovranno essere necessariamente nominativi (ovvero con l’indicazione di uno o più intestatari, che saranno gli unici a poter effettuare le operazioni di deposito e di prelievo). Nel caso degli assegni invece cambia poco, dato che viene ridotta la soglia da 5 mila euro a 2500 euro, dalla quale necessariamente deve essere apposta la dicitura di ‘NON TRASFERIBILE’ nell’apposito spazio.

Le sanzioni per i trasgressori:
In particolare per i libretti di risparmio o di deposito, nel caso in cui venissero violate queste nuove disposizioni, sono previste sanzioni abbastanza pesanti, che possono andare da un minimo del 20% ad un massimo del 40% calcolati sull’importo depositato e risultante dal libretto medesimo.

Che cosa fare:
Chi è in possesso di un libretto di risparmio al portatore con un deposito superiore alla soglia di 2499 euro, indipendentemente dall’eccedenza, deve mettersi in regola entro il 30 settembre 2011, dal momento che la normativa diventerà pienamente operativa a partire dal 1 ottobre 2011. In questo caso si hanno due possibilità: ridurre la giacenza fino a raggiungere la soglia massima per mantenere lo stato di libretto al ‘portatore’, oppure chiudere il libretto al ‘portatore’ spostando l’intera giacenza su un nuovo libretto che dovrà diventare necessariamente nominativo.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Quali sono le ultime novità sul libretto al portatore?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Chi è in possesso di un libretto di risparmio al portatore deve mettersi in regola entro il 30 settembre 2011 , postare l'intera giacenza su un nuovo libretto

Giudizio negativo Svantaggi: nessun svantaggio

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: denaro libretto al portatore soldi

Categoria: Affari e finanza

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Quali sono le ultime novità sul libretto al portatore?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento