Quali sono le rane più velenose?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 15:53:36 21-02-2011

Se siamo abituati a conoscere le rane dei nostri fiumi, dal colore tipicamente verdastro, grazie al quale possono esser confuse col muschio, dobbiamo sapere che al mondo ne esistono altrettante specie, tra cui alcune molto belle e colorate, che purtroppo sono tra le più velenose.
In genere si tratta di anfibi appartenenti alla famiglia delle “dendrobatidae”, che ne conta circa 170 specie, dai colori molto accesi, che vanno dall’azzurro al rosso, dal giallo al verde e alcune screziate, di una bellezza tale che è impossibile non ammirarle. I loro colori sono quelli tipicamente tropicali dell’Amazzonia.
La più velenosa è la cosiddetta “rana freccia” o Arrow Frog. Il record di tossicità del veleno appartiene a questa specie, tipica del Sud America e dell’America Centrale, che si incontra nelle foreste pluviali.
La più pericolosa della specie è la Phyllobates terribilis. La batracotossina da lei prodotta è infatti la più potente tossina esistente nel regno animale e una quantità minima contenuta in una sola rana può bastare ad uccidere fino a cento persone. La tossina, paralizzante perché neuro attiva, in piccolissime dosi provoca paralisi muscolare, seguita dal collasso cardiorespiratorio, al quale segue la morte. Questa rana è conosciuta anche come rana dorata, o Golden Poison Frog ma della medesima specie ne troviamo anche di altri colori.
Anche le altre tossine isolate dalla pelle di questi anfibi sono alcaloidi molto tossici. Oltre le batracotossine, troviamo infatti le pumiliotossine, le istrionicotossine, e le epibatidine.
Si tratta sempre di rane piuttosto piccole, i cui colori variopinti hanno lo scopo di mimetizzarle nelle foreste, e quando sono avvistate, di avvertire i potenziali predatori della tossina contenuta nella loro pelle. Gli indios, nativi della regione colombiana del Choco, hanno l’abitudine di estrarre da queste rane del veleno che randa letali i colpi delle cerbottane da loro utilizzate per la caccia di mammiferi e altre prede. Strofinando sulla rana le loro frecce, infatti, queste vengono bagnate dalla tossina secreta dalla rana nel momento in cui si sente in pericolo.
Sembrerebbe tuttavia che queste specie siano altamente tossiche a causa della loro alimentazione solo se lasciate libere nella foresta. Nutrendosi di insetti e piante tra i più velenosi della foresta, ne accumulerebbero le tossine. Altre rane della stessa specie, allevate invece in cattività e nutrite con mosche e moscerini, grilli e altri insetti innocui, non conterrebbero la stessa dose di veleno e non sarebbero dunque pericolose.
Uno studio chimico recente ha scoperto inoltre che, nonostante le potenzialità della batracotossina, in particolare, siano molto simili a quelle della stricnina, questa tossina possiede forti proprietà analgesiche, addirittura superiori a quelle possedute dalla morfina. A ciò va aggiunto che a causa della continua deforestazione, c’è stata una progressiva scomparsa delle rane freccia dal loro habitat naturale.
Motivi, questi, che hanno spinto, la convenzione di Washington dal 1973 ad inserire queste specie negli elenchi degli animali protetti.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Quali sono le rane più velenose?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: La più velenosa è la cosiddetta rana freccia , a causa della continua deforestazione, c'è stata una progressiva scomparsa delle rane freccia dal loro habitat naturale

Giudizio negativo Svantaggi: molto pericolose

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: rane rane velenose rettili

Categoria: Ambiente

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Quali sono le rane più velenose?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento