Quali sono le più belle ricorrenze pasquali della Sicilia

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 16:00:21 18-04-2014

Il periodi di Pasqua in Sicilia è particolarmente sentito: sono tantissime le ricorrenze che vengono celebrate durante la Settimana Santa in ogni zona dell’isola.

Tutte le città si organizzano per far sfilare nelle vie le confraternite delle arti e dei mestieri: processioni lunghe e silenziose cariche di mistero e misticismo, dove i partecipanti seguono pedissequamente la tradizione indossando gli abiti tipici, attenti a non rompere un rigido protocollo che dura da secoli.

Una delle processioni che attirano maggiormente l’attenzione durante il periodo pasquale è quella che si svolge a Trapani; viene chiamata ‘Processione dei Misteri’ e si svolge nel giorno di Venerdì Santo. I partecipanti alla processione lungo le strade cittadine devono portare i Misteri a spalla: sono delle pesantissime e antiche statue di legno che rappresentano ciascuna una scena della Passione di Cristo. La processione si svolge per tutto il centro storico di Trapani in un clima di assoluta devozione e adorazione, il silenzio viene interrotto dalle preghiere ripetendo antichi rituali consolidati della tradizione siciliana.

Un rituale del tutto simile a quello di Trapani si svolge a Caltanissetta ma un giorno prima, il Giovedì di Pasqua, quando i misteri vengono portati a braccio attraverso tutte e sedici le soste previste per la Via Crucis nel centro della città.

C’è molto pathos, invece, a Enna, nel giorno di Venerdì Santo, quando tutti i confratelli e consorelle delle confraternite cittadine scendono in strada incappucciati, chiusi nelle vesti della congregazione di appartenenza, reggendo in mano un vassoio in cui vengono posizionati i simboli della passione e del martirio di Gesù Cristo.

Di particolare impatto ci sono anche le celebrazioni di Militello: il Giovedì Santo è il giorno dedicato alla processione notturna che, partendo dal centro del paese, si snoda fino ad arrivare al Monte Calvario: una camminata di passione, meditazione e preghiera, che il giorno successivo viene ripetuta attraversando le sedici tappe della Via Crucis, per rievocare il martirio di Gesù Cristo e le sue sofferenze.

Chi si trovasse a passare per Mineo nel periodo di Pasqua, non potrà fare meno di partecipare alla sfilata dei nudi, una processione antichissima che mette le radici nella tradizione ancestrale siciliana: diversi uomini vestiti solo di un saio bianco e senza scarpe, attraversano il paese in processione silenziosa, in segno di penitenza e di vicinanza con le sofferenze di Cristo. La tradizione originale prevedeva che gli uomini dovessero sfilare con indosso solamente un paio di braghe leggere di tela bianca, delle specie di mutandoni, ma negli anni si è poi deciso di optare per il saio.

In generale, tutte le città siciliane, sul mare o in montagna, piccole o grandi che siano, hanno le loro tradizioni per celebrare il periodo pasquale.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Quali sono le più belle ricorrenze pasquali della Sicilia
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Quali sono le più belle ricorrenze pasquali della Sicilia? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento