Quali sono le fonti vegetali di Omega 3?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 8:49:35 06-10-2011

Gli acidi grassi Omega 3 sono acidi grassi polinsaturi, fanno parte degli acidi grassi essenziali che non possono essere sintetizzati dal nostro organismo e pertanto devono essere introdotti necessariamente con l’alimentazioni. Sono definiti EPA, vale a dire acidi eicosapentenoici e DHA o meglio acidi docoesaenoici. Gli acidi grassi Omega 3 hanno numerosi ruoli fondamentali nella prevenzione dell’aterosclerosi, della trombosi arteriosa, questo effetto viene ottenuto con la riduzione del livello di colesterolo nel sangue, evitando i depositi sulle pareti arteriose. Inoltre hanno la proprietà di diminuire la possibile formazione di coaguli nel sangue, di tenere sotto controllo i trigliceridi e di ridurre la pressione arteriosa. Studi recenti hanno dimostrato che le coronaropatie più gravi si riscontrano nelle persone con una bassa concentrazione di omega 3 .
La maggior quantità di omega 3 si trova soprattutto nei pesci, in particolare in quelli pescati in acque fredde come ad esempio lo sgombro, le aringhe, le sardine ,il salmone, il merluzzo, il pesce spada,il tonno e la trota. Sono ricchi di acido EPA che ha la capacità di ridurre le infiammazioni ed in particolare dell’artrite reumatoide oltre alle allergie .
Tra le fonti vegetali di omega 3 troviamo:
- l’olio di lino, rappresenta la fonte con maggior quantità di omega 3, infatti un cucchiaino di quest’olio, corrispondente a circa 15 ml., fornisce 6,6 grammi di omega3. Quest’olio è delicato per cui va conservato in luogo buio, sistemandolo lontano da ogni tipo di fonte di calore. Non si deve usare per cucinare ma utilizzato a crudo per condire ogni cibo.
- i semi di lino forniscono 3,2 grammi di omega 3 ogni 30 grammi di prodotto. Possono essere consumati aggiungendoli, macinati o pestati, alle minestre, alle insalate o ai cereali.
- le noci che forniscono 2 grammi di omega 3 ogni 30 grammi, sono ricche di acido alfa-linolenico, uno degli acidi che compongono il gruppo omega 3
- nocciole e mandorle hanno una quantità minore di omega 3 ma sono comunque fonti importanti
- i germogli di avena e le germe di grano contengono rispettivamente 0,2 grammi e 0,1 grammi di omega 3 ogni 30 grammi
- i vegetali a foglia verde come broccoli, spinaci, lattuga e cavolo verde apportano 0,1 grammi di acido alfa linoleico ogni 230 grammi
- i legumi come fagioli, piselli, lenticchie, ceci, soia e suoi derivati come il latte di soia e il tofu forniscono omega 3 in piccola quantità
- le alghe sono ricche di omega 3 e possono essere assunte sotto forma di compresse oppure come olio algale, un integratore alimentare reperibile presso le erboristerie.
- l’olio d’oliva extra vergine che deve essere preferito all’olio di semi di mais e di girasole in quanto questi ultimi riducono l’assimilazione di omega 3.
Il fabbisogno giornaliero di omega 3 è di 3 grammi circa.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Quali sono le fonti vegetali di Omega 3?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: gli acidi grassi Omega 3 hanno numerosi ruoli fondamentali nella prevenzione dell'aterosclerosi , hanno la proprietà di diminuire la possibile formazione di coaguli nel sangue, di tenere sotto controllo i trigliceridi e di ridurre la pressione arteriosa

Giudizio negativo Svantaggi: le verdure non sono apprezzate da tutti

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: alimenti benefici cura personale salute

Categoria: Salute

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Quali sono le fonti vegetali di Omega 3?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento