Quali sono gli scaglioni irpef?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 15:59:17 30-06-2011

In base all’ articolo 53 della nostra costituzione il nostro sistema tributario è basato sul criterio della progressività quindi chi più ha, deve pagare più imposte rispetto a chi ha di meno, ma ciò non in modo proporzionale, ma in modo progressivo e quindi più che proporzionale. Se il sistema fosse proporzionale gli scaglioni irpef ( imposte sul reddito delle persone fisiche) non dovrebbero esistere, ma tutti dovrebbero pagare la stessa aliquota, invece, per rispettare tale criterio attualmente il nostro sistema prevede 5 aliquote.
Le cinque aliquote attuali prevedono che per i redditi da zero a 15.000 euro l’ aliquota applicata sia del 23%, da 15.000 a 28.000 euro, si applica invece l’ aliquota del 27%. La terza aliquota prevede che nelle fasce di reddito da 28.000 euro fino a 55.000 euro si paghi un’ aliquota del 38%. La quarta aliquota comprende la fascia di reddito da 55.000 euro a 75.000 euro e corrisponde la 41%, mentre oltre i 75.000 euro di reddito, l’ aliquota applicata è del 43%.
Queste le attuali aliquote, deve essere precisato che l’ aliquota maggiore si paga solo per l’ eccedente rispetto a quella dello scaglione più basso, ovvero nel caso in cui ci sia un reddito di 25.000 euro, per la fascia di reddito fino a 15.000 euro si paga il 23%, mentre per ciò che eccede si paga il 28% corrispondente alla seconda fascia di reddito, nel caso in cui si rientri nella terza aliquota invece, devono essere applicate tutte e tre le percentuali relative ad ogni fascia. Certo questi calcoli non sono molto facili e di solito di si evitano se vi è un unico reddito e quindi le imposte vengono versate direttamente dal datore di lavoro. Per questo motivo è stato proposto nei giorni precedenti da parte del Ministro dell’ Economia Giulio Tremonti di semplificare il sistema e ridurre le aliquote a tre, molti hanno pensato che ciò corrispondesse ad una riduzione delle tasse, ma questo non è sicuro perchè se resta l’ aliquota alta del 43%, come appare possibile vista la situazione economica del paese, le tasse per alcune fasce di reddito potrebbero anche aumentare e non è detto che aumentino per le fasce più alte.
Deve essere considerato che il reddito su cui si applicano le aliquote deve essere decurtato delle deduzioni, infatti, è possibile sottrarre fette di reddito dalla tassazione irpef, non devono invece essere considerate in questa fase le detrazioni d’ imposta queste infatti, vengono sottratte all’ imposta dovuta solo dopo che è stato effettuato il calcolo delle stesse. Per quanto riguarda le deduzioni deve essere precisato che concorrono a formare il reddito imponibile diverse voci e naturalmente sono da comprendere i redditi da attività lavorativa, ma anche i redditi fondiari (terreni) e i redditi prodotti dall’ abitazione, in relazione a ciò, vi è la deduzione del reddito della casa principale, mentre per quanto riguarda le detrazioni, vi è quella per i familiari a carico. La detrazione è una fetta di imposta che in realtà non è dovuta. La deduzione quindi decurta il reddito imponibile, la detrazione decurta l’ imposta da versare.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Quali sono gli scaglioni irpef?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: tutti dovrebbero pagare la stessa aliquota , il reddito su cui si applicano le aliquote deve essere decurtato delle deduzioni

Giudizio negativo Svantaggi: la deduzione quindi decurta il reddito imponibile

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: articolo 53 costituzione scaglioni irpef

Categoria: Varie

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Quali sono gli scaglioni irpef?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento