Quali sono gli impieghi del botulino?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 15:28:28 10-02-2011

Il botulino è un farmaco che viene utilizzato con sempre maggiore frequenza nell’ambito della chirurgia estetica. Si tratta di uno sostanza composta da tossina botulinica di tipo A purificata: essa viene iniettata e determina il blocco dell’impulso nervoso verso i muscoli. Ecco, dunque, che il botulino viene impiegato per rimuovere le rughe di espressione, che sono determinate dalla contrazione dei muscoli mimici: pensiamo alle zampe di gallina, ai muscoli tra le sopracciglia, alle righe interciliari. Inoltre, esso viene usato anche per il trattamento dell’iperidrosi, vale a dire per porre rimedio a una sudorazione eccessiva. Entrando nel dettaglio, notiamo che la tossina botulinica viene prodotta dal batterio chiamato Clostridium Botulinum. Essa viene iniettata direttamente nei muscoli, e causa il blocco del rilascio dell’acetilcolina. L’acetilcolina non è altro che la sostanza che i nervi rilasciano allo scopo di trasmette ai muscoli gli stimoli per dare origine alla contrazione. Ecco, dunque, che nel momento in cui nel muscolo viene iniettata la tossina, il muscolo stesso si blocca, e va incontro a paralisi. Il botulino utilizzato in chirurgia estetica è il botox. Si tratta, come detto, di tossina botulinica purificata di tipo A: la sua azione è quella di determinare un blocco colinergico. Di che cosa si tratta? Il blocco colinergico è il blocco della produzione di acetilcolina. È necessario ricordare che il botulino può mettere in atto un’azione di correzione solamente nei confronti dei solchi e delle rughe che sono causati dall’azione dei muscoli mimici. Ciò significa che il botulino nulla può nei confronti dell’invecchiamento della pelle (il cosiddetto foto invecchiamento cutaneo) o in presenza di rughe molto profonde. L’indicazione della tossina botulinica, dunque, avviene solo per una riduzione e attenuazione (non scomparsa) delle rughe di espressione, provocate dal movimento dei muscoli mimici della fronte, dagli arricciamenti del naso, dal corrugamento delle sopracciglia. Non di rado, la tossina botulinica viene iniettata in associazione con altri trattamenti, non solo di tipo chirurgico, quali, per esempio, peeling, fillers come acido ialuronico e collagene, blefaroplastica, skin resurfacing, lifting e trattamenti laser. Ecco, dunque, un elenco dei problemi che il botulino può contribuire a ridurre: disturbi della deglutizione, zampe di gallina (vale a dire le rughe attorno agli occhi), rughe interciliari, spasmo dello sfintere anale, rughe di espressione, strabismo, rughe orizzontali della fronte, rughe delle labbra intorno alla bocca, disordini del movimento, spasticità, spasmo muscolare da paralisi cerebrale, distonia cervicale, cefalee croniche da tensione, iperidrosi, ringiovanimento del viso ad effetto lifting, solchi e ruche glabellari, vale a dire tra le sopracciglia.Il botulino viene iniettato in ambito ambulatoriale: il trattamento non dura più di una ventina di minuti, e viene effettuato senza ricorrere all’anestesia. È bene ricordare, comunque, che la tossina botulinica può dare origine ad alcuni effetti collaterali: possono capitare, infatti, reazioni allergiche. Inoltre, è sconsigliato iniettarlo durante il periodo della gravidanza o in pazienti con disturbi neuromuscolari. In alcuni casi può provocare l’abbassamento della palpebra superiore.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Quali sono gli impieghi del botulino?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento