Quali sono gli effetti collaterali dei farmaci antipsicotici?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 16:24:39 08-01-2011

I farmaci antipsicotici sono da sempre quelli piu’ pesanti per l’organismo umano. Il primo principio fu sintetizzato in Francia intorno al 1950. Da quella data non sono stati fatti grandi progressi, ma da sempre sono stati fonte di grandi discordie tra gli psichiatri.
Questi farmaci rientrano nella categoria dei neurolettici ovvero quei farmaci che hanno un grande potere sedativo a carico del sistema nervoso centrale.
Ahime’ questi farmaci hanno grandi effetti collaterali, anche perche’ sono terapie intensive che vanno seguite per tutta la vita.
Questi effetti collaterali si manifestano con vari sintomi. Quelli piu’ leggeri e banali sono la nausea, l’aumento di peso dovuto ad un maggiore senso di fame e in alcuni casi alla ritenzione idrica, ipotensione e aumento della salivazione. Poi ci sono i sintomi che incidono sull’autonomia e sulla sfera affettiva come la sonnolenza con effetti negativi sulla guida, il torpore, la difficolta’ di pensiero e a volte di articolazione della parola, disturbi della sfera sessuale e l’apatia.
Oltre a questi sintomi in molti pazienti se ne possono associare anche altri, detti extra piramidali che si manifestano con sintomatologie importanti e davvero invalidanti.
Il piu’ comune di questi disturbi e’ l’acatisia ovvero una certa irrequietezza del paziente che si manifesta con movimenti stereotipati come dondolii e movimenti degli arti superiori e inferiori.
Altro sintomo e’ il parkinsonismo che prende il nome dalla piu’ comune malattia degenerativa, morbo di parkinson, e si manifesta generalmente con tremori agli arti superiori. Puo’ essere accompagnato anche da disturbi della parola e scialorrea (salivazione eccessiva). Nelle forme piu’ gravi e fortunatamente meno frequenti puo’ essere presente un parkinsonismo detto zombie. Questo nome deriva dalla sintomatologia grave e ben evidente che il paziente dimostra.
Infatti si presenta piuttosto rigido, non articola parola e mostra uno sguardo disorientato e spento.
Il piu’ grave dei sintomi extrapiramidali e’ la discinesia tardiva. Come dice il nome questo effetto collaterale si manifesta dopo alcuni anni di assunzione. Non e’ detto che si manifesti in tutti i pazienti, come pure tutti gli altri sintomi sopracitati. Infatti ogni individuo reagisce a queste terapie in modo diverso. Comunque la discinesia si manifesta con movimenti involontari (discinetici) dei muscoli facciali. Il soggetto infatti ripete un gesto stereotipato come baciare, muovere il labbro o un occhio ecc…
Questo disturbo non e’ sempre reversibile. Dello stesso genere c’e’ anche la sindrome di Rabbit, anche questa tardiva che si manifesta con un movimento della bocca che ricorda il coniglio.

Ma gli effetti collaterali non finiscono qui.
Ci sono danni anche a carico degli organi interni. Il piu’ importante e il piu’ grave e’ l’epatite colecistica che si manifesta con l’ostruzione delle vie biliari.
Bisogna fare attenzione all’esposizione al sole, si puo’ sviluppare fotosensibilita’ con comparsa di macchie scure sulla pelle, dovute ad accumuli localizzati di melanina.

Insomma la nostra panoramica ci ha portato alla scoperta di una categoria di farmaci tanto utile quanto dannosa.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Quali sono gli effetti collaterali dei farmaci antipsicotici?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento