Quali sono i benefici e le controindicazioni del pane nero al carbone vegetale?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 12:37:07 12-11-2015

Molti avranno sicuramente notato, da qualche tempo a questa parte, la presenza di un pane molto scuro tra gli scaffali della panetteria o del supermercato.
Per chi ancora non lo conoscesse, si tratta del pane nero al carbone vegetale, un nuovo trend food che sta riscuotendo molto successo nell’alimentazione quotidiana di molte persone.

Questo prodotto nasce dall’unione del tradizionale impasto per il pane con il carbone vegetale; quest’ultimo è solitamente utilizzato come integratore alimentare per favorire la digestione e combattere il fastidioso senso di gonfiore alla pancia.

Il consumo di pane al carbone vegetale fa usufruire degli stessi vantaggi dell’integratore, permettendo di mangiare un buon pane e, allo stesso tempro, di evitare i frequenti fenomeni di gonfiore addominale e meteorismo.
La quantità di persone che hanno difficoltà a mangiare il pane, è aumentata notevolmente negli ultimi anni; senso di gonfiore, addome dilatato e flatulenza sono tra i disturbi più comuni. Proprio a causa di questa alterazione della digeribilità, è nata l’idea di aggiungere il carbone vegetale, noto per le sue proprietà altamente digestive, all’impasto del frumento.

I più scettici si interrogano se questo prodotto mantenga veramente ciò che promette. Il pane al carbone vegetale davvero riesce ad ovviare al problema del gonfiore di pancia? Mantiene intatte le sue proprietà al pari dell’integratore alimentare?
I benefici a livello medico, sono legati alla capacità assorbente della polvere di carbone e alla sua porosità. I microscopici pori  sono in grado di catturare batteri, virus e tossine presenti nel tratto gastrointestinale; così facendo il pane nero contribuisce ad eliminare i gas in eccesso, causa principale di molti disturbi comuni.

Bisogna tener conto, però, che la quantità di carbone vegetale, impiegata nell’impasto, è davvero esigua, e quindi non ha un impatto notevolmente efficace su gonfiori e simili.
Tra i benefici del pane nero vi è quello di essere una fonte di sali minerali ma, se assunto in quantità eccessive, ha funzioni lassative.

Il consumo di pane nero ha anche delle controindicazioni, in primis quella di ridurre l’efficacia di alcuni farmaci, come gli ormoni tiroidei o gli antidiabetici.
Il carbone vegetale, inoltre, ostacola l’assorbimento di alcune vitamine, con il rischio di scatenare alcune carenze.

In poche parole, il carbone vegetale assorbe ed elimina virus e batteri, ma la stessa azione si rivolge indistintamente anche rispetto a sostanze nutritive e farmacologiche, che transitano nel tratto intestinale.
Vi è poi un’altra controindicazione importante, relativa alla presenza di benzopirene, sostanza cancerogena derivante dalla combustione del legno. Per questo motivo, in America l’utilizzo del carbone vegetale nell’impasto del pane è assolutamente vietato.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Quali sono i benefici e le controindicazioni del pane nero al carbone vegetale?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Contrasta i fenomeni di gonfiore addominale e di meterorismo. , Favorisce l'eliminazione di batteri, virus e tossine.

Giudizio negativo Svantaggi: Ostacola l'assorbimento di alcune sostanze farmacologiche.

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: carbone vegetale pane

Categoria: Mangiare e bere

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Quali sono i benefici e le controindicazioni del pane nero al carbone vegetale?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento