Quali lavori fare a Marzo in giardino?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 15:21:17 20-02-2011

Anch’io ho un piccolo giardino al quale mi dedico, con alterni umori, per la necessaria “manutenzione”.

Marzo è alle porte e, come tutti sanno, il 21 marzo e’ la data convenzionalmente indicata come l’inizio della stagione primaverile.

Astronomicamente parlando, tra il 20 e il 23 marzo avviene quello che si chiama “equinozio di primavera”. Questo significa che il giorno e la notte durano esattamente lo stesso tempo, e da questo momento in poi la durata del giorno aumenterà fino al suo massimo, il 21 giugno (solstizio d’estate).

Dell’allungamento delle giornate e del conseguente aumento della temperatura se ne accorge anche il mondo vegetale, che si risveglia dal lungo “letargo” invernale.

In questo mese è quindi suggerito fare tutte le operazioni di giardinaggio che preparano al meglio le piante per il periodo primaverile.

Cominciamo dal prato. Sicuramente non sarà perfetto: qualche zona avrà subito più danni di qualche altra a causa del gelo, della neve ecc.

Come prima cosa è consigliabile ripulire il terreno da residui quali rami e foglie secche. Il materiale asportato può essere utile per formare il “compost” per l’anno prossimo. Ovviamente occorre avere lo spazio per la “compostiera” o una zona adatta per formare il “cumulo” necessario allo scopo.

Se sono presenti asperità del terreno (terriccio smosso o altro) è bene levigare la superficie con opportune reti a maglie o rastrelli del prato inglese.

Marzo è il mese giusto per la prima concimatura dell’anno.
Poiché è consigliabile apportare un po’ di terriccio per far rimanere morbido il terreno, io mescolo il concime granulare NPK (che vuol dire contenente azoto (N), fosforo (P) e potassio (K)) al terriccio stesso, per poi distribuire entrambi gli elementi sul prato con una sola passata.

Nelle zone di prato particolarmente diradate, si può cominciare a seminare il nuovo prato.

Nel caso il tappeto erboso sia da fare, o da ri-fare, marzo è il mese giusto per dissodare il terreno, concimarlo e seminarlo.

Se si hanno piante sensibili al freddo coperte da tessuto-non tessuto per ripararle dal gelo invernale, si può togliere la copertura.

Tutte le piante che non fioriscono in primavera si possono potare, per favorire il loro sviluppo armonico durante la primavera e l’estate prossime.

In’ottima abitudine è anche quella di ripulire la zona attorno agli alberelli e agli arbusti, zappando e concimando leggermente.

Se si ha intenzione di interrare bulbi a fioritura primaverile, estiva o autunnale, questo è il periodo giusto, dato che, sperabilmente, di gelate non dovrebbero più essercene. All’inizio di marzo si iniziera’ con i bulbi a fioritura primaverile, mentre alla fine quelli a fioritura estiva o autunnale.

Se nel giardino avete anche un “angolo-orto”, diventato piuttosto comune e “di tendenza”, a Marzo si possono piantare molte piantine che ci rallegreranno dei loro prodotti, quali piselli, cipolle, rape, zucche e tanti altri.

Anche le piantine ricoverate in cantina o in casa durante i mesi invernali possono essere portate fuori per farle acclimatare, dopo averne regolata la vegetazione.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Quali lavori fare a Marzo in giardino?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: marzo è il mese giusto per la prima concimatura , consigliabile apportare un po' di terriccio per far rimanere morbido il terreno

Giudizio negativo Svantaggi: non bisogna trascurarlo

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: equinozio di primavera giardinaggio giardino

Categoria: Casa e giardino

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Quali lavori fare a Marzo in giardino?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento