Quali esami effettuare in gravidanza?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 15:44:16 07-01-2011

Per la donna che rimane incinta e’ subito un susseguirsi di cambiamenti sia fisici che mentali. Il corpo si adatta per accogliere la crescita del nascituro e la psiche della mamma ha uno sbalzo ormonale che fa si’ che il periodo di gravidanza rimanga tra i piu’ belli in tutta la vita. Durante i nove mesi che preparano la donna al parto bisogna eseguire una serie di esami piu’ o meno invadenti. Tra i piu’ importanti c’e’ l’esame del sangue che serve ha controllare il numero piastrinico importante per eventuali tagli cesari, l’azotomia per una buona funzionalita’dei reni, il colesterolo per controllare il grasso in eccesso, il ferro che serve a salvaguardare eventuali mancanze sia da parte della madre che del feto. Oltre a questo esame ci saranno dopo il terzo mese l’ ecografia morfologica non invadente anzi molto emozionante fatta da un buon ginecologo che visualizzera’ la crescita naturale del bambino e se si vorra’ soddisfera’ la curiosita’ di entrambi i genitori nel sapere in anticipoil sesso del bambino. La curva glicemica si fara’ presentando l’impegnativa del proprio ginecologo tra il settimo e ottavo mese di gravidanza recandosi in ospedale. Questo esame serve a vedere la quantita’ di zuccheri assunti e poi bruciati dalla madre e consiste nel bere un bicchiere d’acqua glucosata aspettare circa una trentina di minuti e ripetere gli esami del sangue. Tutto cio’ serve ad allontanare la paura del diabete in gravidanza che puo’ essere pericoloso sia per la madre che per il bambino stesso. Ci saranno poi da eseguire in ospedale il tampone delle feci per escludere batteri che a contatto con il bambino potrebbero portare seri danni, tampone vaginale anch’esso fatto per scongiurare malattie che possono essere trasmesse attraverso le mucose durante il parto. Per controllare il battito cardiaco , la respirazione del piccolo e quindi mettere da parte una possibile sofferenza fetale si eseguiranno negli ultimi due mesi dei monitoraggi nel proprio ospedale comodamente sdraiata su un lettino con l’efficienza di brave ostetriche. Questi esami sono eseguiti un po’ da tutte le mamme e’ sono consigliatissimi per assicurare una maggiore tranquillita’ alla futura mamma e al nascituro. Non solo salvaguardano la salute di entrambi ma se e’ necessario e’ possibile intervenire anticipando cure che dopo la nascita non sarebbero piu’ efficaci. Io personalmente ho fatto tutti questi esami ed altri ancora proprio per una maggiore tranquillita’. Il mio ginecologo e’ stato molto attento a tutti gli esami da eseguire e gli saro’ sinceramente riconoscente per tutta la vita.Questi esami non portano nessun svantaggio in quanto non invadenti. Ivantaggi invece sono tantissimi perche’ si puo’ seguire da vicino la salute del proprio piccolo e della mamma che gioca un ruolo fondamentale per la creazione di un essere vivente.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Quali esami effettuare in gravidanza?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento