Quali diritti hanno gli omosessuali?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 16:39:51 06-01-2011

L’Italia, si sa , è un paese da sempre legato alle tradizioni, imperniato sul concetto di famiglia classica che va al di là di ogni possibile negazione, ma quando invece si parla di famiglie composte da soggetti dello stesso sesso, allora il discorso cambia. In una società come la nostra, gay e lesbiche compiono un percorso tutto in salita nell’affermazione di sè stessi e del proprio essere, lottando contro pregiudizi e negatività diffusi: una cosa aberrante se si pensa che siamo nel XXI secolo! I discorsi di legge sui diritti delle coppie gay vengono spesso spenti sul nascere, vittima di un lassismo provinciale nonché condizionato dalla spada di Damocle rappresentata dal cupolone del Vaticano (l’Italia, e non solo quella politica, è noto subisce da sempre l’influenza della Santa Sede). Rispetto a tutti gli altri paesi europei e non, la nostra patria stenta a riconoscere come “figli legittimi” gay e lesbiche, questo con una sempre più drammatica conseguenza: molte coppie, costrette a non poter convolare a nozze e a non poter avere dei figli, sempre più spesso scelgono l’esilio volontario, sbracando in nazioni dove la loro libertà di scegliere e seguire la propria vita resta libera ed indipendente.
Seguendo questo andare, in Italia per i gay e le lesbiche non sarebbero garantiti il diritto all’eguaglianza nello sviluppo alla propria personalità ( art. 3, secondo comma della costituzione ); la salvaguardia delle libertà nella scelte delle forme di convivenza ( art. 2 della costituzione); e l’instaurazione di un livello di eguaglianza che non trascenda da discriminazioni di tipo religioso, sessuale, opinionistico, ecc ( art. 3, comma primo della costituzione ): insomma gli omosessuali verrebbero trattati al pari di indesiderati. Eppure la Carta dei diritti fondamentali stilata dall’ unione Europea parla chiaro: l’ articolo 81 vieta ogni forma di discriminazione, compresa quella derivante dall’orientamento sessuale.
Gay e lesbiche hanno il diritto di scegliere la loro vita, di potersi sposare e realizzare così una famiglia, un valore del quale si sta perdendo progressivamente il rispetto, ma che per alcuni resta ancora importante, ed è giusto che chiunque, anche se dello stesso sesso, possa avere la possibilità di realizzarla. Anche per una funzione meramente tutelativa, come ad esempio in casi gravi di interventi ospedalieri d’urgenza e simili, dove, se non sei parente del soggetto in questione, non si ha neanche la possibilità di poterlo vedere.
Altro tabù all’italiana è la procreazione assistita: già argomento controverso di un referendum ampiamente boicottato qualche anno fa, per gli omosessuali è assolutamente impedire. Molto spesso si è costretti, se si vuole un figlio, a andare in paesi come l’Inghiterra, la Spagna o l’ America, dove tali cure sono permesse: ovvio che non tutti possono permettersi di spendere cifre notevoli, come è ” ovvio ” che di adozione non se ne parla proprio ( meglio che un bambino stia in orfanotrofio??).
Se davvero l’Italia vuole adeguarsi al rango di “paese civile” è ora di correre ai ripari.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Quali diritti hanno gli omosessuali?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento