Quali concimi utilizzare in primavera per il prato?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 17:36:42 19-02-2011

In primavera il prato ha bisogno di essere concimato , perchè in questo periodo ricomincia lo sviluppo vegetale del prato e occorre supportare tale sviluppo al fine di avere un prato verde e rigoglioso. L’ inizio della concimazione dipende dal luogo, al Nord Italia, dove il clima è notoriamente più freddo, è giusto iniziare a marzo, ma al Sud, dove i tepori primaverili arrivano prima, è giusto anticipare a metà / fine marzo. Fino a maggio è giusto utilizzare un concime a base di azoto a lenta cessione, deve essere utilizzato ogni venti trenta / giorni. Si utilizza il concime a lenta cessione perchè un concime a rapido effetto provocherebbe una crescita veloce di nuovi germogli che poi non resisterebbero alle prevedibili brinate della mattine di marzo. Ne esistono confezioni studiate proprio per i prati, al costo di circa undici euro e bastevoli per circa sessanta metri quadrati di giardino. Il costo come si può notare, non è particolarmente alto, anche se dovendo ripetere spesso la concimazione, può diventare un peso. Per avere un buon effetto consiglio di porre in essere anche altri lavori in giardino, in particolare, occorre bucherellare il giardino con un forcone e distribuire un sottile strato di sabbia, questo deve essere drenato nel terreno successivamente con un rastrello. Attraverso questa pratica i nutrienti più facilmente arriveranno all’ erba. Evitando tale pratica, rischieremo di avere un giardino con l’ erba non molto rigogliosa anche se concimato, questo perchè il terreno diventerà duro in quanto non smosso periodicamente. Rastrellare è utile anche per portare via delle erbe infestanti che potrebbero aver invaso il giardino durante l’ inverno. Dopo la concimazione occorre innaffiare il giardino, ciò per evitare che l’ erbetta ingiallisca. Nel caso in cui sia scelto un periodo umido , caratterizzato da piogge, si può evitare l’ annaffiatura.
Certamente la pratica di bucherellare il manto erboso e lavorarlo con la sabbia può essere considerata pesante, soprattutto per chi ha lo svantaggio di non essere abituato a lavori di tipo fisico, però in questo modo vi sarà il vantaggio di ottimizzare l’ effetto del concime adoperato. In alternativa si può anche lasciare la cura stagionale del giardino, in quanto più pesante, a degli esperti, ma in questo caso, l’ effetto è assicurato ed è un vantaggio, ma sicuramente i costi aumentano ed inoltre, manca la soddisfazione che può dare solo a cura personale del giardino. Per questo motivo preferisco curare da sola il mio prato, con il tempo si acquista abilità ed è rilassante, soprattutto in queste belle giornate primaverili, passare delle giornate all’ aria aperta, respirare aria pulita, è davvero piacevole e rigenerante. Quest’ attività può anche essere svolta insieme ai bambini che sicuramente si divertiranno a giocare con la terra e, allo stesso tempo, diventa un modo per passare più tempo con i figli. Si deve però stare attenti ad ingestioni accidentali dei concimi oppure, agli attrezzi che potrebbero diventare pericolosi per i bambini.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Quali concimi utilizzare in primavera per il prato?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Fino a maggio è giusto utilizzare un concime a base di azoto a lenta cessione , Si utilizza il concime a lenta cessione

Giudizio negativo Svantaggi: costo non particolarmente alto

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: concime giardinaggio primavera

Categoria: Casa e giardino

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Quali concimi utilizzare in primavera per il prato?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento