Quali castelli e luoghi del terrore visitare ad Halloween in Italia ?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 14:31:19 30-10-2014

Halloween, per noi, è una festa piuttosto recente, che però attrae un numero sempre maggiore di persone, pronte a cogliere l’occasione per far festa.
L’Italia, a dirla tutta, potrebbe anche offrire location perfette per festeggiare la notte più terribile dell’anno, quella dove gli spiriti e i fantasmi decidono di uscire dai loro rifugi per tornare nel mondo dei vivi. Il nostro Paese, infatti, è ricco di castelli e di palazzi che da secoli danno vita a leggende e storie che si tramandano di generazione in generazione. Proprietari deceduti per morte violenta, vendette e casualità, che hanno fatto in modo che questi edifici fossero considerati infestati: da nord a sud, ogni regione può vantare almeno un castello o un palazzo con una storia del terrore che lo accompagna.

In Piemonte, per esempio, a 10 chilometri da Moncalieri, si trova il castello della Rotta: questo maniero, risalente al IV secolo (piena epoca medioevale), oggi è completamente abbandonato ma nei secoli ha subito numerosi passaggi di proprietà. Per gli amanti del genere è il posto perfetto per festeggiare Halloween, perché questo è considerato come il posto più infestato d’Italia. Leggenda narra che qui ci siano state moltissime morti violente: un monaco morto durante una battaglia, una nobildonna suicida, una bambina ammazzata e un cavaliere, di cui è ancora possibile sentire il rumore degli zoccoli del cavallo morto assieme a lui.

Spostandosi in Val d’Aosta, invece, si trova il castello di Fenis, uno dei più belli d’Italia tra quelli risalenti al medioevo. Il pubblico può visitare tutto il piano terra e il piano nobile, ma non ha accesso al secondo piano, originariamente dedicato alla servitù e ai soldati, da cui la notte arrivano strani rumori e cigolii, talvolta urla, scientificamente non spiegabili.

Scendendo verso il mare della Liguria, a Voltri, la Ca’ delle Anime, un’antica locanda avvolta da una macabra leggenda. Si narra che i locandieri uccidessero e seppellissero tutti i visitatori che si fermavano a rifocillarsi e per la notte. La leggenda è sostenuta dal ritrovamento di un cadavere mummificato nelle vicinanze della locanda, in un bosco, all’interno di un sacco di iuta. Chi ha visitato questo posto durante la notte dice che ancora oggi si sento le urla dei disgraziati che sono stati uccisi dai locandieri.

Arrivando a Livorno, invece, si trova una delle case più misteriose, la Casa del violino, abitata da un violinista morto violentemente. La casa oggi è disabitata, ma in passato divenne una locanda di passaggio e i visitatori raccontarono di sentire dei lamenti continui durante la notte, accompagnati da un suono di violino melodioso.

In Emilia, invece, c’è uno dei castelli più famosi per le sue leggende, quello di Montebello. Qui morì Azzurrina, figlia albina di Ugolinuccio Malatesta: ritenuta impossessata dal demonio viveva segregata in casa e scomparve in circostanze sospette mentre giocava nel giardino del castello. Più di una volta sono stati registrati strani lamenti e grida strazianti, oltre che passi e il rumore di una palla che rotola giù da una scala.

Quali castelli e luoghi del terrore visitare ad Halloween in Italia ?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Quali castelli e luoghi del terrore visitare ad Halloween in Italia ?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento