Quali animali sono più adatti per i bambini?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 22:13:29 04-01-2011

Il rapporto che si può instaurare tra un essere umano ed un animale spesso può essere davvero intenso e simbiotico e può essere ancora più forte se questo rapporto si instaura con un bambino. I bambini hanno una naturale propensione ad affezionarsi e a creare un’amicizia speciale con gli animali: questa può essere un’esperienza molto importante per il bambino e non solo dal punto di vista affettivo ed emozionale ma anche di qello educativo. Messi nelle condizioni di rapportarsi ad un altro essere vivente che non sia loro simile, i bambini imparano a rispettarlo e ad accudirlo in base alle loro capacità e apprendono quali siano i limiti che non devono essere mai superati. Tuttavia prima di acquistare un animale da compagnia al proprio figlio bisogna tenere in considerazione diversi fattori, primi fra tutti l’età del bambino ed il suo carattere. I bambini più piccoli e vivaci, ad esempio, possono cominciare ad approcciarsi ad animali piccoli che non richiedano troppe cure come dei pesciolini rossi o delle tartarughe acquatiche. I bimbi imparano le regole igieniche per tenere l’animale sano e si divertono a dargli da mangiare, sempre sotto la supervisione di un adulto.
Di sicuro l’animale da compagnia per eccellenza è il cane ma anche qui la scelta deve essere ragionata. È bene evitare razze dichiarate pericolose; sebbene un’educazione ineccepibile renda l’animale assolutamente innocuo, quando ci sono bambini molto piccoli in casa è bene evitare ogni rischio. Via libera quindi a cani di piccola taglia come barboncini, york shire, carlini, bealge, e a cani risaputamente docili come il golden retriver. Attenzione a razze come il chow chow che possiedono un carattere decisamente particolare poichè non amano le coccole e le eccessive effusioni che di solito i bambini dispensano agli animali. Il rapporto con il cane deve essere sempre supervisionato da un adulto, almeno all’inizio, in modo tale che il bambino non tratti l’animale come un giocattolo a sua disposizione ma impari ad averne cura e rispetto senza forzarlo o mettendolo in situazioni pericolose.
Per quanto riguarda i gatti, occorre fare un discorso a parte. Il gatto non è indicato per i bambini più piccoli poichè è un animale che diffcilmente ama essere manipolato eccessivamente e ha un carattere solitario che si sposa male con la giocosità dei bimbi più piccoli. Se li bambino invece è più grande e dimostra di essere responsabile può essere avvicinato a razze come il classico gatto europeo oppure il certosino che possiedomo un carattere affettuoso e dolce, difficilmente aggressivo.
I bambini più grandi inoltre possono trovare molto appagante e divertente prendersi cura di animali come coniglietti, canarini o criceti. Questi sono animali sicuramente più delicati e che richiedono cure più costanti e specifiche ma aiutati dai genitori i bambini possono imparare a prendersene carico.
Incentivare i rapporti fra bambini ad animali è sempre auspicabile perchè i bimbi non solo instaureranno un rapporto affettivo molto importante ma impareranno a responsabilizzarsi e ad avere cura di un altro essere vivente, sempre a patto che lo si faccia nella giusta misura.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Quali animali sono più adatti per i bambini?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento