Quale tipo di lenti a contatto scegliere: morbide o rigide

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 21:59:03 30-11-2010

Molti difetti visivi possono essere corretti con l’uso di lenti a contatto. Le piu’ usate sono quelle morbide, ma esistono in commercio anche quelle gas permeabili o rigide.
Sono entrambe validi sostituti degli occhiali ma vanno scelte con molta attenzione e con il parere del medico.
La prima cosa da fare, quando decidiamo di passare alle lenti a contatto, e’ recarsi in un centro di contattologia e fare una visita specialistica approfondita.
Sara’ il contattologo a dirci il tipo di lente piu’ adatto al nostro difetto visivo.
Ma vediamo quando si usano.

Lenti a contatto morbide.
Le lenti morbide esistono in varie versioni. Annuali, mensili, quindicinali e giornaliere. Ma cosa significa?
Le lenti annuali possono essere indossate per un intero anno senza necessita’ di cambiarle. Quelle mensili invece durano un mese e cosi’ via. Le lenti a contatto morbide vanno lavate mattina e sera con una soluzione salina e conservate durante la notte in una soluzione disinfettante.
Sono adatte nella cura di miopie medio basse anche associate ad astigmatismo. In questo caso le lenti in questione si chiamano toriche.
Una volta al mese va fatto un trattamento agli enzimi. Si trovano in compresse effervescenti e servono a rimuovere le impurita’ che si formano sulla lente.
Il vantaggio di questo tipo di lente e’ la facile adattabilita’ dell’occhio al “corpo estraneo” e l’alta tollerabilita’.
Ma come in tutte le cose esiste sempre un rovescio della medaglia.
Infatti gli svantaggi sono legati alla sua composizione.
Le lenti morbide non si possono portare per piu’ di 10-11 ore al giorno, e vanno spesso idratate con lacrime artificiali.
Questo perche’ la lente morbida e’ costituita in grande percentuale da acqua.
I liquidi di conservazione per le lenti morbide si trovano facilmente in tutti i supermercati e centri commerciali.

Le lenti gas permeabili o rigide.
Si usano in caso di miopie elevate associate ad astigmatismo o a problemi di retina. Il vantaggio e’ che durano due e ogni lente e’ coperta da assicurazione che interviene in caso di perdita o rottura.
A differenza delle lenti morbide, queste non sono facili da sopportare e richiedono un tempo di adattamento piuttosto lungo.
Infatti sono delle lentine piccole, non flessibili realizzate in polimetilmetacrilato, che rendono la sensazione di corpo estraneo nell’occhio molto accentuata.
Si possono portare anche 12-13 ore al giorno.
Queste lenti vanno lavate accuratamente mattina e sera con un sapone specifico, e conservate con un liquido disinfettante per lenti rigide o gas permeabili.
Anche in questo caso va fatto un trattamento agli enzimi per rimuovere le impurita’ presenti sulla superficie della lente stessa.
A differenza delle lenti morbide i liquidi di conservazione vanno acquistati nei negozi specializzati.

Per finire vi do’ qualche idea sui prezzi.
Lenti morbide annuali e le gas permeabili costano intorno ai 300 euro la coppia e sono coperte da assicurazione.
Le lenti giornaliere sono molto piu’ costose rispetto a quelle mensili, ma non hanno i costi di manutenzione.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Quale tipo di lenti a contatto scegliere: morbide o rigide? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento