Quale tipo di contratto va fatto a colf e badanti?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 15:42:34 17-05-2011

In Italia sono sempre più numerose le famiglie che scelgono di accogliere in casa una colf o di affidare alle cure di una badante un anziano, e proprio per questo vorrei fare un po’ di chiarezza per ciò che riguarda il contratto che bisogna fare a colf e badanti che vivono sotto il nostro stesso tetto. Per prima cosa, si tratta di un contratto che ogni anno va presentato agli uffici competenti anche se si tratta di una colf o una badante assunta a tempo indeterminato. Generalmente la regolarizzazione di colf e badanti avviene ad inizio anno e si ha tempo fino a Febbraio per non incorrere in sanzioni. Il modulo può essere scaricato da numerosissimi siti web, come ad esempio www.contattolavoro.com o all’interno del sito web del ministero del Lavoro.
Il contratto per colf e badanti previsto per l’anno 2011 2012 prevede ben 26 giorni di ferie pagati, si tratta di giorni lavorativi (quindi calcolati dal lunedì al venerdì). Per intenderci se vado in ferie da lunedì 8 a lunedì 15 anche se mi assento da lavoro per otto giorni, i giorni di ferie da conteggiare sono solo 6 (sabato e domenica vengono considerati giorni festivi). Va premesso che i giorni di ferie pagati sono 26 per tutte le colf e badanti che hanno un contratto di tipo full time (in altre parole 40 ore settimanali), mentre si riducono alla metà (quindi 13 giorni) per tutte le colf e badanti con contratto di tipo part time (cioè dalle 25 alle 30 ore settimanali). Per quanto riguarda i permessi che una colf o badante può richiedere durante l’anno, questi vanno calcolati in base al monte ore annuo della colf. Sempre legato al tema delle ferie, il contratto 2011 2012 prevede che se una colf o una badante si assenta oltre il periodo delle ferie per un tempo superiore ai 4 giorni senza una valida giustificazione alla sua assenza dal lavoro, il datore di lavoro può procedere al suo licenziamento.
Un discorso a parte va fatto per i giorni di malattia; il nuovo contratto 2011 -2012 per colf e badanti, infatti, stabilisce che ogni giorno di malattia non venga retribuito come un normale giorno di lavoro, ma il 20% in meno (quindi ogni giorno di malattia sarà pagato l’80% di un giorno lavorativo).
Nel caso in cui non si è soddisfatti della badante o della colf (ad esempio per incompatibilità di carattere soprattutto quando si ha a che fare con anziani), il contratto 2011 -2012 prevede che se la badante o colf è stata assunta con regolare contratto è sufficiente dare un preavviso di 10 giorni, passati i quali si può licenziare la badante e cercarne un’altra. Per quanto riguarda i pagamenti extra, il contratto 2011 2012 per colf e badanti hanno diritto solo alla tredicesima e non anche alla quattordicesima.
Questi sono solo alcuni degli aspetti introdotti dal nuovo contratto 2011 -2012 per colf e badanti, per maggiori informazioni vi consiglio di rivolgervi all’Inps o visitare il sito del ministero del lavoro.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Quale tipo di contratto va fatto a colf e badanti?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: in Italia sono sempre più numerose le famiglie che scelgono di accogliere in casa una colf , il contratto per colf e badanti previsto per l'anno 2011 2012 prevede ben 26 giorni di ferie pagati

Giudizio negativo Svantaggi: i giorni di malattia non vengono pagati come un giorno lavorativo

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: badanti colf Lavoro

Categoria: Lavoro

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Quale tipo di contratto va fatto a colf e badanti?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento