Qual è la regola per conoscere il giorno di Pasqua?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 14:18:24 07-01-2016

Quante volte vi sarete chiesti per quale motivo ogni anno il giorno di Pasqua si sposti sul calendario senza un’apparente regola fissa?

La regola fissa in effetti esiste, ma forse non tutti la conoscono. Ecco quindi la semplice spiegazione. Al contrario ad esempio del Natale che cade ogni anno il 25 dicembre, la Pasqua, la più importante festa religiosa cristiana che ricorda la resurrezione di Gesù, ogni anno cade in un giorno differente.

Esiste un motivo specifico alla base di questa scelta. Innanzitutto bisogna specificare che la festività pasquale varia di anno in anno perché si tratta di una ricorrenza correlata con il ciclo lunare. Consideriamo poi che (a differenza della Pasqua ebraica) la scelta deve cadere di domenica, giorno in cui si ritiene sia risorto Gesù. La domenica è invece un giorno proibito per la Pasqua ebraica. Proprio per questo motivo Pasqua cristiana e Pasqua ebraica non possono cadere mai nello stesso giorno anche se ricorrono approssimativamente nello stesso periodo.

La regola che stabilisce quando ricorre la Pasqua fu stabilita in seguito al Concilio di Nicea che si tenne nel 325 d.C. La regola stabilisce che la Pasqua cada ogni anno la domenica successiva alla prima luna piena di primavera. Nel periodo in cui venne stabilita questa convenzione l’equinozio cadeva il 21 marzo, che pertanto divenne la data di riferimento. Partendo da questo presupposto la Pasqua cristiana cade ogni anno in un giorno che è compreso tra il 22 marzo e il 25 aprile. Calcolare la data quindi è un’operazione piuttosto semplice.

Si parte dal giorno d’equinozio di primavera che, come detto, la Chiesa ha stabilito per convenzione essere il 21 marzo. A partire da questa data si verifica il primo giorno di luna piena. Per conoscerlo è sufficiente consultare un calendario lunare (anche online si trovano facilmente). La prima domenica successiva al giorno di luna piena viene scelto come giorno per celebrare la Pasqua cristiana. Esistono poi formule matematiche che permettono di calcolare a livello statistico quali siano i giorni in cui la Pasqua possa cadere più spesso all’interno del periodo considerato. Secondo questi calcoli la data più frequente è il 19 aprile, la meno frequente il 22 marzo. A seconda di quando cade il giorno di Pasqua si potrà quindi parlare di una cosiddetta Pasqua bassa quando cade tra il 22 marzo ed il 2 aprile, di una Pasqua media nel periodo compreso tra il 3 di aprile e il 13 aprile e infine di una Pasqua alta dal 14 aprile al 25 aprile.

Esistono poi altre due ricorrenze cristiane che vengono stabilite in funzione di quando cade la Pasqua. Si tratta della Quaresima, che viene fatta iniziare 47 giorni prima con le Ceneri, e la Pentecoste che si celebra esattamente 50 giorni dopo il giorno di Pasqua.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Qual è la regola per conoscere il giorno di Pasqua?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Con questa regola si possono calcolare anche ponti con altre ricorrenze , Se cade tra il 20 e il 23 aprile si combina con la festa di Liberazione il 25 aprile

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Qual è la regola per conoscere il giorno di Pasqua?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento