Qual’è la differenza tra nevrosi e psicosi?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 16:50:00 04-02-2011

Nevrosi e psicosi sono due condizioni patologiche ben distinte e con un grado diverso di gravità. Spesso però si tende a confonderle o, perlomeno, ad avere dei dubbi sulla loro differenza.

Per nevrosi si intende, in psicologia, uno stato di alterazione psico-fisica scatenato da un ben determinato fattore (ad esempio un animale sgradito, un luogo che non ci piace etc.) che ci porta una ben definita reazione. Questa può manifestarsi con sintomi fisici (sudorazione, aumento della pressione etc.) o più comunemente psicologici (tendenza ad evitare l’oggetto che causa la nevrosi, mancanza di concentrazione etc.).

La nevrosi non è uno stato di alterazione grave. Ovviamente è una sensazione poco gradevole per noi e per gli altri che ci stanno attorno ma non comporta il distacco dalla realtà, sintomo specifico della psicosi.

Insomma: il vantaggio della la nevrosi è quello di non essere uno stato di alterazione grave della psiche e non richiede necessariamente una terapia farmacologica per essere curata (molte psico-terapie sono finalizzate alla sua cura).

Lo svantaggio però è quello che i sintomi della nevrosi, proprio perché non gravi, vengono spesso trascurati dalle persone e causano disagio a noi stessi e alle persone che ci circondano senza che noi ci accorgiamo davvero dell’entità del nostro malessere.

La psicosi è invece uno stato di alterazione psichica assai grave che ci porta ad un netto distacco dalla percezione della realtà. Molte malattie psichiche, come la schizofrenia, hanno come effetto la psicosi. In questi casi la terapia farmacologica e riabilitativa è d’obbligo per la persona affetta da psicosi.

Purtroppo vantaggi ve ne sono ben pochi. Certo una magra consolazione potrebbe essere che le psicosi sono patologie molto più conosciute e trattate a livello clinico per cui le terapie sono più mirate. Altro vantaggio potrebbe essere il fatto che, essendo la psicosi una vera e propria malattia socialmente riconosciuta, esistono delle comunità e delle cooperative che si propongono di re-integrare la persona dopo le adeguate terapie.

Gli svantaggi sono ben maggiori. La psicosi infligge alla persona un così netto distacco dalla realtà che gli impedisce di svolgere ogni mansione più elementare e a mettere in pericolo chi gli sta intorno. Altro svantaggio è il fatto che i farmaci che si assumono per curare la psicosi spengono gli stati emotivi della persona e hanno effetti a lungo termine sulla memoria.

Per esperienza, molte persone che soffrono di nevrosi e non si recano da uno specialista (psicologo, psico-terapista) vedono poi peggiorare la loro condizione nel tempo. Al contrario, persone che ricevono cure adeguate da specialisti adeguati ottengono, con un po’ di costanza e con la voglia di guarire, un sensibile miglioramento.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Qual’è la differenza tra nevrosi e psicosi?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento