Qual’è la differenza tra comunismo e socialismo?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 8:25:04 12-07-2011

Socialismo e comunismo sono correnti ideologiche legate fra loro da molti elementi di somiglianza, ma caratterizzate anche da significative differenze.
A livello generale e cronologico, il socialismo costituisce il presupposto del comunismo, che, non a caso, viene considerato quale derivazione rivoluzionaria e, spesso, estremista dell’ideologia socialista.
Il socialismo è una dottrina ideologica risalente al periodo dell’illuminismo (XVIII secolo), che aspira alla costituzione di una società giusta attraverso il superamento delle classi sociali e l’eliminazione della proprietà privata dei mezzi di produzione. Il pensiero socialista ha una forte vocazione riformista, tesa all’autodeterminazione dei popoli, in antitesi al nazionalismo e all’imperialismo tipici del mondo occidentale.
A differenza del comunismo, la dottrina socialista non mira alla soppressione del capitalismo, bensì propone il governo del sistema e la sua modifica al fine di renderlo più equo, vivibile ed umano. Il controllo del sistema capitalistico attraverso una pianificazione centralizzata è, per i socialisti, l’obiettivo verso il quale indirizzare ogni sforzo.
I seguaci del pensiero comunista non ritengono invece perseguibile il cambiamento del capitalismo in senso sociale, sostenendo al contrario, quale unico rimedio alle storture del sistema, l’abbattimento dello stesso con la rivoluzione armata.
La dottrina comunista trae ispirazione, principalmente, dai testi di Karl Marx e Friedrich Engels e, spesso, si è trovata contrapposta al socialismo, accusando quest’ultimo di impedire il crollo del sistema capitalistico nel tentativo di governarlo.
Il socialismo ha come oggetto di interesse l’organizzazione economica mentre il comunismo tenta di gestire sia l’economia, sia la società, in una visione più globale e politica del sistema.
La dottrina comunista ha cercato, più volte, nel corso della storia di istituzionalizzare in maniera esasperata lo spirito del socialismo, creando, spesso, un sistema ossessivo di regole e controlli finalizzato ad assicurare che i beni ed i servizi prodotti dal sistema (in una società non distinta in classi) siano di proprietà pubblica e collettiva. Il comunismo ha sovente assunto la forma di lotta e rivoluzione permanente, sino a dare vita a vere e proprie forme di dittatura oligarchica.
A differenza dell’ideologia comunista, il socialismo propone un governo del sistema non basato sulla forza e diretto non da un ristretto gruppo di persone, bensì da un vasto numero di individui in grado di assicurare un controllo più equo e condiviso dell’apparato economico.
La visone socialista sostiene che la distribuzione dei beni prodotti dalla società debba avvenire in maniera ugualitaria in relazione al numero delle persone che la compongono, mentre la dottrina comunista ritiene che la distribuzione delle risorse debba essere attuata in funzione dei bisogni di ciascun membro della collettività.
Entrambe le ideologie ammettono, tuttavia, la proprietà privata limitatamente al reddito da lavoro, ai risparmi e agli oggetti personali degli individui.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Qual’è la differenza tra comunismo e socialismo?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: dottrina ideologica risalente al periodo dell'illuminismo , la visone socialista sostiene che la distribuzione dei beni prodotti dalla società debba avvenire in maniera ugualitaria

Giudizio negativo Svantaggi: nessun svantaggio

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: comunismo correnti ideologiche socialismo

Categoria: Arte e cultura

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Qual’è la differenza tra comunismo e socialismo?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento