Qual’è il significato di Postribolo?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 11:22:55 28-01-2011

Postribolo, dal latino “postribulum”, è un termine con il quale si vuole indicare un luogo di prostituzione, un bordello. Infatti deriva dal verbo “prostare” ovvero mettersi in mostra o in vendita perché si compone di “pro” (avanti) e “stibulum” (stare fermo, immobile). Anzi, a dire il vero, la parola dapprima stava ad indicare la prostituta e successivamente è passato ad indicare il bordello.
Ricordiamo anche che la prostituzione un tempo veniva di fatto tollerata. Si pensi infatti ai tempi dell’antica Grecia e dell’antica civiltà romana, quando essa veniva considerata sacra e degna di rispetto e veniva praticata all’interno dei templi. Solo nel Trecento in Italia si cominciò a preoccuparsi delle prostitute e venne introdotto l’obbligo di una licenza per poter gestire le case di tolleranza.
A Pompei ad esempio restono traccia di oltre una ventina di postriboli, che consistevano in delle piccole celle dove trovava posto un letto in muratura, chiuse da una piccola porta al di sopra della quale era raffigurata una scena erotica che stava ad indicare il tipo di prestazione praticata.
Questo termine è stato introdotto per la prima volta dagli studiosi alla fine dell’800 quando questi, occupandosi di tradurre alcuni termini latini e greci un po’ particolari, pensarono bene di darne questa traduzione, per cui accanto al termine “lupanare” introdussero anche “postribolo” per indicare appunto il luogo dove le cosiddette meretrici si incontravano con i propri clienti, evitando così l’utilizzo di parole poco opportune come “casino” o “bordello”, considerati volgari.
“Postribolo” in questi giorni è ritornato di attualità perché qualche giorno fa il presidente del Consiglio Berlusconi, durante un suo intervento telefonico nel programma “l’Infedele”, condotto dal giornalista Gad Lerner, durante la quale si stava parlando del “caso Ruby”, ha concluso la sua telefonata invitando la parlamentare Iva Zanicchi ad abbandonare la trasmissione che lui stesso ha definito essere un “postribolo televisivo”. Dopo che quest’ultimo aveva anche definito la trasmissione uno spettacolo disgustoso e con una conduzione ripugnante e spregevole. Invito che la Zanicchi non ha ascoltato rimanendo in trasmissione sino all’ultimo.
Ovviamente la telefonata ha provocato non poco sgomento sia tra il pubblico ma anche nella carta stampata. Tant’è vero che nella puntata di “Annozero”, del giornalista televisivo Michele Santoro, andata in onda ieri sera per un attimo si è pensato che si potesse ripetere la stessa cosa. Infatti all’inizio della puntata è stata mandata in onda una telefonata in diretta del direttore generale di Rai 2, Mauro Masi, che ha richiamato Santoro e la sua trasmissione al rispetto delle regole del Codice di Autoregolamentazione. Questo perché in questi giorni e settimane si sta facendo una campagna mediatica sul comportamento e sulle amicizie femminili del Presidente del Consiglio, dura e senza lesinare colpi bassi.
Però, a ben guardare, visto che la parola postribolo sta appunto a significare “mettersi in mostra” si potrebbe anche pensare che non era intenzione di Berlusconi offendere nessuno, visto che proprio la televisione è fatta appunto per mettersi in mostra. Ma questa ovviamente è un’opinione personale!

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Qual’è il significato di Postribolo?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento