Qual’è il migliore vocabolario di francese ?

basato su 1 Opinione

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 9:14:11 04-02-2011

Il mercato dei vocabolari è infinito: da quelli super mini in edizione pocket che si possono acquistare anche sulle bancarelle del centro, fino a quelli che pesano un sacco che per trasportarli ci vuole davvero un’ impresa! Scegliere quindi quello giusto per sè e per le proprie esigenze , a volte, risulta ostico, ma con un po’ di pazienza e un pizzico di informazione si può raggiungere lo scopo nel migliore dei modi! Prima cosa dobbiamo evidenziare per quale utilizzo sarà necessario il vocabolario:
1 . viaggio all’estero
2 . studio della lingua a scuola
3 . studio della lingua specialistico ( università, corsi di formazione professionale )
4 . passione
Delineato ciò, è importante anche sapere quanto si è disposti a spendere per il proprio acquisto: in genere un dizionario può costare dai 5 euro ( edizioni tascabili ) fino ai 100 euro! E poi è da considerare anche la grandezza: se ci serve per un viaggio non possiamo portare con noi tun omo di 1000 pagine! Sarebbe impossibile da trasportare e in più sarebbe anche difficoltoso da consultare, con mille notizie che nella pratica del turista servono davvero a poco. Quindi se vi serve per un viaggio, acquistatene uno piccolo, che abbia del frasi specifiche per il vostro utilizzo, e controllate che alla fine o all’inizio vi siano le sezioni con le frasi già tradotte create apposta per turisti: al ristorante, in aeroporto, come si chiede l’ora, ecc.
Per quanto riguarda l’acquisto di un dizionario per uso scolastico e/o universitario, bisogna pensare che spendere un po’ in più è un dovere per la vostra istruzione: un vocabolario da quattro soli che non contiene tutte le definizioni oppure è scarno nelle spiegazioni, eccezioni, ecc. , vi farà amaramente rimpiangere di non aver speso qualcosina in più per acquistarne uno serio e, quasi sicuramente, sarete costretti a comprarne uno nuovo ( altri soldi!! ).
Se invece vi state appassionando alla materia, ma non sapete bene se vi piacerà per davvero, oppure siete inclini a passioni come fuochi di paglia, allora vi consiglio i cominciare con un vocabolario piccolo, pocket, che abbia le traduzioni del minimo indispensabile; poi se la cosa veramente vi appassiona passate in libreria e compratevi una grammatica : se dopo aver capito che la lingua francese è difficile come quella italiana non vi siete scoraggiati.. beh, un bel dizionario mattone è quello che vi serve!!!
Analizzando tutte le scelte possibili, i due vocabolari che alla fin hanno superato i nostri ” test ” sono il Boch della Zanichelli e Larousse, ma se proprio dovessimo scegliere …beh, la scelta è stata dura, sono due dizionari estremamente validi, ma fra i due preferiamo il Boch della Zanichelli per la su minuzia nelle descrizioni della parole.
Il vocabolario Boch della Zanichelli per la lingua francese è un tomo molto preciso, con addirittura specificati i nomi di persona, frasi idiomatiche e farsi fatte tradotte / corrispondenti all’ italiano, ecc. Utilissimo ma con due pecche: il costo 83.80 con CD (senza CD 74 euro) e il peso…è assurdo: quando si dice il peso della cultura!

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Qual’è il migliore vocabolario di francese ?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti (1)

  • 7 ottobre 2013
    alle 19:48

     

    aimone

    Risposta su basi infondate.

    Giudizio Generale: 0.0

     

     

    Rimango basito da questa risposta. La cosa che mi fa sorridere maliziosamente è la frase: “Analizzando tutte le scelte possibili, i due vocabolari che alla fin hanno superato i nostri ” test ” sono il Boch della Zanichelli e Larousse, ma se proprio dovessimo scegliere …beh, la scelta è stata dura, sono due dizionari estremamente validi, ma fra i due preferiamo il Boch della Zanichelli per la su minuzia nelle descrizioni della parole.” Mi piacerebbe conoscere l’autore di questa perla. “Analizando tutte le scelte possibili”: quali? quanti dizionari? tutti quelli in commercio o anche quelli fuori catalogo? Di quale range lessicale? “I nostri test”: in che cosa sono esattamente consistiti? Il Larousse è tanto minuzioso nei traducenti quanto il Garzanti Francese o il Boch. Ho potuto confrontare la “parola del giorno Boch” inviatami per mail da Zanichelli col medesimo lemma in Garzanti. Praticamente, per mesi e mesi, non ho riscontrato alcun deficit di Garzanti, anzi, ho tratto le conclusioni che i dizionari sono equipollenti. Per tornare al caso Larousse…il thesaurus di questo dizionario, realizzato in Francia, è uno dei più completi: conterrà sicuramente più indicazioni sulla lingua d’uso (più lemmi di argot e verlan) e letteraria, dato che la stessa casa editrice Sansoni lo inneggia come dizionario più corposo nel panorama editoriale italiano (cito dal sito Sansoni “Con 2624 pagine è il più grande dizionario di Francese sul mercato”).. Quanto alla minuzia del lemma confrontata con Boch o Garzanti non saprei esprimermi. Riepilogando la vostra risposta è carente per due motivi: 1) è inspiegabile come mai abbiate escluso il Garzanti Francese (in listino dal 1960 con fortunate ristampe e aggiornamenti sono ad oggi!) o altri dizionari validissimi (come il Robert-Signorelli o il DIF Hachette Paravia) per mezzo dei vostri fantomatici test; 2) non è assolutamente chiaro come mai, nelle vostre risposte, sempre e comunque, la scelta ricada sempre su un prodotto Zanichelli (con delle argomentazioni risibili).

     

      Riporta abuso